Cani, 24 multe in tre mesi. Le scuse? “E’ tanto buono”. Pugno sull’autobus e botte in pineta

Da gennaio a marzo sono state già 24 le multe elevate ad altrettanti padroni di cani: 14 per l'assenza di guinzaglio e 10 perché l'animale è stato trovato in giro da solo

Mediagallery

Da gennaio a marzo sono state già 24 le multe elevate ad altrettanti padroni di cani: 14 per l’assenza di guinzaglio e 10 perché l’animale è stato trovato in giro da solo (leggi qui – pugno sull’autobus per il cane senza guinzaglioleggi qui – botte fra due donne per il cane senza guinzaglio).
Da aprile, come già anticipato a Quilivorno.it in risposta a un nostro lettore (clicca qui), sono stati intensificati i controlli dato che andiamo nella buona stagione e ci sono più ore di luce. Il servizio viene svolto in borghese, anche perché, come viene spiegato, quando ci sono i vigili in divisa tutti legano i cani e scatta il passaparola fra i proprietari. Quel che è emerso è una diffusa abitudine a “sciogliere” i cani in tutti i parchi e aree a verde. Le motivazioni sono sempre: “Tanto è buono”, “deve sgranchirsi le zampe”, “poverino legato”, “ma ci sto attento”.

Nel 2015 le pattuglie in divisa hanno svolto 358 interventi di cui:
– 33 per gatti
– 11 per cani feriti
– 233 per cani abbandonati o vaganti
– 9 per cani mordaci
– 51 per segnalazioni cani smarriti da proprietari
– 21 per cani sciolti.

Nel 2015 le pattuglie in borghese hanno elevato:
– 58 verbali per conduzione senza guinzaglio
– 8 verbali per area vietata
– 32 verbali per omessa custodia: i cani che vanno a giro da soli

 

 

Riproduzione riservata ©