Cane sul bus: pugno in faccia al padrone

Mediagallery

Era salito sul bus con il suo cane meticcio di taglia media fornito di museruola e regolarmente allacciato al guinzaglio come da regolamento. Ma la presenza dell’animale ha dato noia comunque a due nomadi di età compresa tra i 16 e 18 anni che hanno iniziato ad aggredire prima verbalmente e poi fisicamente il proprietario del cane: un ragazzo di circa 20 anni salito alla fermata di via De Larderel. Dalle parole si è passati quindi, in pochi secondi, ai fatti e il giovane di 20 anni è stato colpito violentemente da un pugno in faccia. I due nomadi, una ragazza vestita con una camicia a quadri e jeans e un ragazzo vestito con maglia e pantaloni chiari, sono riusciti a scappare velocemente a piedi in direzione stazione. Sulle loro tracce sono partiti gli uomini di due volanti della polizia intervenuti sul posto a seguito della telefonata del conducente del Ctt Nord che ha assistito alla scena e ha chiamato subito i soccorsi. Sul posto anche un’ambulanza del 118 che ha medicato il passeggero colpito dal cazzotto in pieno volto.

Riproduzione riservata ©