Luci: stop tre giornate. Lancio di moneta: multa

Mediagallery

Il pareggio contro il Crotone (clicca qui) ha lasciato un po’ di amaro in bocca. Al 20′ del primo tempo Luci infatti è stato espulso per un brutto fallo su Martella (clicca qui per leggere tutte le novità sul futuro dell’Armando Picchi dopo il vertice in Prefettura: “Trenta milioni per un nuovo stadio stile Friuli). Inutili le proteste del capitano che provato in tutti i modi di dimostrare l’involontarietà del suo gesto. Il giudice sportivo ha usato il pugno duro nei confronti del centrocampista amaranto squalificandolo per tre giornate. Questo il motivo: “per essersi reso responsabile di un fallo grave di gioco; per avere inoltre, al 21° del primo tempo uscendo dal terreno di gioco a seguito dell’espulsione, rivolto agli Ufficiali di gara un epiteto insultante”. Salterà la trasferta di Modena anche Gasbarro che, diffidato, è stato ammonito e quindi squalificato per una giornata. Panucci, allontanato dall’arbitro in seguito alle proteste per il rosso a Luci, se l’è cavata con un’ammonizione con diffida. Al Braglia sarà quindi regolarmente in panchina. Infine la società è stata multata di 10 mila euro per “avere suoi sostenitori, al 22° del secondo tempo, lanciato nel recinto di gioco alcune monete, una delle quali colpiva un Assistente al polpaccio destro causandogli un lieve dolore; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione
all’art. 13, comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza”.

Riproduzione riservata ©