Mercato. Cacia rifiuta, il Chievo vuole Greco e Traorè dice no

di rcampopiano

Mediagallery

ADDIO A CALEFFI – LEGGI QUI 

EDITORIALE, IL GIORNO NERO DEGLI ALLENATORI LIVORNESI – LEGGI QUI

LA RABBIA DEI TIFOSI – LEGGI QUI

LE SCRITTE CONTRO SPINELLI ALLO STADIO – GUARDA QUI

Spunta l’idea Cacia (30 anni) ormai senza un posto da titolare nella rosa dell’Hellas Verona. Il Livorno potrebbe essere interessato all’ex attaccante di Padova e Piacenza. Intanto arriva il no secco di Spinelli all’offerto del Sassuolo per Paulinho. Il patron Squinzi aveva  offerto 3,5 milioni di euro per la metà del cartellino dell’attaccante. Sempre per il brasiliano, e già respinta dal Livorno, l’offerta del Fulham (Premier League) che aveva messo sul piatto circa 2 milioni per il prestito con diritto di riscatto a giugno fissato a 5-6 milioni. L’attaccante amaranto piace anche all’Arsenal che però non ha fatto ancora mosse ufficiali.
Perotti ha ribadito in più di un’occasione che il brasiliano è incedibile.
Intanto si tratta l’acquisto di Maxi Lopez, attaccante del Catania. L’argentino sarebbe disponibile, ma la squadra siciliana rifiuta Emeghara. E mentre la squadra è già a Roma per la partita di sabato alle 18 contro i giallorossi (nella formazione amaranto è presente anche Tiritiello, difensore classe ’95 della Primavera). La società intanto ha incassato il no del difensore sinistro Traorè del Qpr. Il Livorno virerà ora su con Castellini, Mesbah o Rubin.
Su Schiattarella mister Perotti chiarisce: “Lui stesso il primo a chiedere di essere ceduto. Una volta che ha visto l’esonero di Nicola non voleva più stare qui e ha accettato la proposta dello Spezia”. Il tecnico poi parla chiaro: “Ci sono giocatori che hanno chiesto di essere ceduti per motivi di carriera o economici. Io non voglio far restare nessuno contro la sua volontà e non porrò veti alle cessioni. Tuttavia se qualcuno andrà via, qualcun’altro deve arrivare”. Il direttore sportivo Capozucca avalla le parole di Perotti: “All’inizio questi giocatori hanno reso, poi qualcosa non è andato come ci si aspettava. Sicuramente qualche acquisto è stato sbagliato. Il presidente ha detto che la partita di Parma era importante e in caso di vittoria avrebbe garantito due arrivi. Così non è stato purtroppo”.
Il Genoa ha chiesto informazioni per Ceccherini e Mbaye. Se per quest’ultimo ci potrebbe essere una timida apertura, niente da fare per il difensore considerato incedibile dalla società. Lo Spezia dopo Schiattarella sta facendo la corte a Luci, contratto in scadenza a giugno. La cessione di Belingheri al Cesena ha subito un rallentamento perché la società romagnola sta aspettando di mandare Tabanelli al Cagliari. Per Gemiti si aspetta solo l’ufficialità del suo passaggio al Padova: l’esterno si trasferirà in Veneto a titolo definitivo e firmerà un contratto di due anni. Infine è delle ultime ore un sondaggio del Chievo per Greco anche se Perotti sembra categorico al riguardo: “Per me Greco resta con noi. Nessuno ha parlato di un suo trasferimento”.

 

Riproduzione riservata ©