Panchina amaranto, Gelain pronto a dire sì

Per la Primavera è pronto Doga che manterrebbe anche il ruolo di direttore dell'area tecnica

Mediagallery

Gautieri-Livorno, storia di un amore mai nato e che ora rischia di finire. Diciamoci la verità: tra l’allenatore e la città non c’è mai stato un buon feeling. In molti lo accusano di non essere un trascinatore e di aver spaccato il gruppo. Prima però il tecnico aveva dalla sua parte i risultati visto che il Livorno stazionava sempre tra secondo e terzo posto. Adesso che questi sono cominciati a venire meno (una sola vittoria in sette partite) ecco che la sua panchina è fortemente a rischio. Nella sconfitta contro il Pescara (clicca qui per leggere) è emblematica la faccia di Spinelli al momento del vantaggio di Galabinov: scuro in volto come non lo si vedeva da tempo. Non un cenno di esultanza, anzi. Finita la partita, si è subito infilato in macchina direzione Genova con un unico pensiero “è giusto andare avanti con Gautieri?”. La notte non ha portato consiglio perché Spinelli ancora non ha deciso cosa fare. La sensazione è che, vista la lunga pausa, possa vincere l’esonero del mister visto che l’eventuale nuovo allenatore avrebbe più di due settimane per entrare in sintonia con il gruppo. Nella mattinata del 29 novembre, sono stati intensi i colloqui per Spinelli e il direttore sportivo Sigonrelli. Il patron ha manifestato tutta la sua insoddisfazione per la posizione in classifica e il gioco espresso. La sensazione, tuttavia, è che una decisione definitiva verrà presa solo e soltanto dopo il primo dell’anno. Spinelli infatti vuole evitare di fare scelte affrettate decise dall’istinto. Ci vuole prima ragionare su prima di cambiare.
Anche perché di nomi appetibili ce ne sono veramente pochi. In un primo momento sembrava che il candidato principe fosse Panucci, vecchia conoscenza del presidente. Nelle ultime ore invece è scalato in pole position Gelain, attuale tecnico della Primavera. Quest’ultimo è ben visto dalla squadra visti i rapporti con Nicola (era il suo secondo) e anche il patron sa che conosce bene l’ambiente. A inizio settimana la decisione definitiva. In caso di “salita” da parte di Gelain, Doga diventerebbe l’allenatore della Primavera senza però interrompere il suo lavoro di direttore dell’area tecnica.

Riproduzione riservata ©