Spinelli: “Della Valle? Erano parole a caldo, non le direbbe più. Vicini a Rossi ma era un “normale” fallo”

Mediagallery

BOTTA E RISPOSTA TRA TIFOSI NEI COMMENTI – LEGGI QUI

LE ULTIME SUL MERCATO – LEGGI QUI

Le polemiche intorno al caso Rinaudo-Rossi non accennano a placarsi. Neanche l’esito degli esami a cui il calciatore viola si è sottoposto hanno rincuorato i tifosi gigliati (l’attaccante dovrà stare fermo 6/7 settimane) che continuano ad avercela con il difensore amaranto Rinaudo. Le parole di Della Valle: “E’ un farabutto” non hanno certo aiutato a distendere il clima. A provare a fare da paciere ci ha pensato Spinelli. Raggiunto telefonicamente da Quilivorno.it il presidente ha voluto dire la sua su questa vicenda: “Ho chiamato sia Rinaudo che Pradè per esprimere la mia solidarietà ad entrambi. A quest’ultimo ho detto che sono vicino a Rossi, ma ho anche spiegato come di falli del genere ne succedono a centinaia in ogni partita. Rossi è un giocatore importante e spero che si riprenda il prima possibile. A Rinaudo invece ho detto che tutta la squadra e la società sono dalla sua parte. Ho rivisto le immagini in tv più e più volte e posso dire che non mi è sembrato un intervento cattivo. Le parole di Della Valle? Sono cose che a caldo si possono dire e penso che già poco dopo il suo pensiero sarebbe stato diverso”.
Per quanto riguarda il mercato, Spinelli continua con la sua linea: “Se ne occupano i due direttori sportivi, parlatene con loro”. E sulla situazione di mercato trovate un articolo a parte in home page.

2 Fan page su Rinaudo – Dopo quanto successo in questi giorni con un acceso botta e risposta tra tifosi nei commenti all’articolo (leggi qui) su Facebook sono spuntate la pagina “Io sto con Leandro Rinaudo” e “Leandro Rinaudo uno di noi”. Tuttavia, il fondatore di quest’ultima pagina ci fa sapere con una mail alla nostra redazione di aver ricevuto minacce di morte da un fiorentino (evitiamo di pubblicarle poiché dai contenuti volgari).
Precisiamo, infine, che l’autore non è lo stesso della pagina “Io sto con Davide Nicola”, lanciata a inizio dicembre per difendere il tecnico dai dubbi del presidente Spinelli dopo il ko di Verona con il Chievo (3-0). E il fondatore della pagina su Rinaudo scrive: “Ora basta col processo mediatico contro Rinaudo! Dispiace a tutti che Rossi si sia fatto male, ma dare colpe inventate a questo ragazzo non consente a Pepito di guarire. Facciamo sentire la nostra solidarietà a Leandro!”.

Riproduzione riservata ©