Curva Nord vuota per 10 minuti. Intervista a Di Carlo. Mercato: gli inglesi su Paulinho. “Beli” va al Cesena e sfuma Rubin

Mediagallery

INTERVISTA AL NEO ACQUISTO CASTELLINI E LE ULTIME SUL MERCATO – LEGGI QUI

INTERVISTA A MISTER DI CARLO – LEGGI QUI

LIVORNO – I tifosi non mollano. Dopo l’addio di Nicola e la sconfitta con la Roma neanche il cambio al timone della panchina amaranto voluto due giorni fa da Spinelli con Di Carlo ha placato gli animi della Nord.
La Curva è decisa e determinata: “troppe provocazioni di Spinelli  non entriamo per i primi dieci minuti”. Così domenica 26 gennaio i supporter del Livorno lasceranno vuoto lo spicchio di stadio a loro riservato fino alle 15.10 quando poi decideranno di salire a tifare i colori per cui vanno matti.

Ecco il comunicato  della Curva Nord che riceviamo e pubblichiamo integralmente
“Siamo stufi! Le continue offese e provocazioni di Spinelli degli ultimi anni hanno reso la sua presenza incompatibile con Livorno. Non possiamo dimenticare la voluta esclusione dalla coppa Uefa, la continua stanchezza ogni qualvolta doveva investire nella squadra, la spesso minacciata vendita del Livorno Calcio, la provocazione di voler chiudere la Curva Nord, l’invito di andare al cinema invece che allo stadio. Il Livorno per noi è un patrimonio collettivo che viviamo quotidianamente ma Spinelli l’ha trasformato nell’hobby privato di un  isterico. A differenza di molti “spinelliani” e tifosi occasionali pronti a venire allo stadio solo quando si presentano le “grandi squadre”, noi abbiamo sempre onorato la maglia, (cosa che spesso Spinelli non ha fatto), la città e le sue origini. Abbiamo sempre detto che il Livorno siamo noi   e questo al di là della categoria in cui si gioca. Per noi la serie A non è tutto, non è il solo obiettivo. Per noi la massima serie è un’opportunità se vissuta con onore, voglia e p…e da parte di tutti, tifosi in primis. Purtroppo invece ci ritroviamo ancora a combattere con un arrogante che fa del business la sua ragione di vita per poi lamentarsi costantemente dei soldi che finge di buttare nel Livorno. Sono anni che non lo sentiamo parlare di sport, attaccamento e mentalità! Per queste ragioni – concludono gli ultras – terremo la Curva Nord vuota per i primi 10 minuti. Per protestare contro una società che non onora né la maglia né i propri tifosi. Per contestare l’arroganza di Spinelli. Per far capire che NOI non ci arrendiamo”.

Riproduzione riservata ©