Jolly Acli vince, ma coach Mori dà le dimissioni

Mediagallery

di Gabriele Pritoni

Fisio 2005 Le Mura Lucca – Jolly Acli Essevuteatro Livorno  68 – 71

Lucca: Amato 27, Masini 4, Gentile 12, Petri 15, Benicchi 6, Maffei 2, Nerini 2. All. Andreoli
Jolly Acli: Costa 14, Paoli 4, Grasso 17, Mori 2, Toti 3, Alessio 18, Buccianti 13. All. De Leonardis

Luca Mori non è più l’allenatore della Jolly Acli Basket. E’ questo, prima ancora della vittoria in trasferta a Lucca, quello che emerge alla fine di una settimana molto agitata per la società livornese. Tutto nasce, ma sarebbe meglio dire matura, con la malaugurata sconfitta di Ghezzano del 21 febbraio, quella che fa imbestialire il presidente Paoli (clicca qui per leggere): squadra molle, poco carattere, poca grinta. “La società prenderà provvedimenti”, dichiara, ma le sue parole non preludono a un esonero, vogliono solo essere di stimolo alla squadra. Stesso scopo delle parole che Mori pronuncia sul finire della stessa partita, durante un time out infuocato in cui si gioca tutto, con la schiettezza che lo contraddistingue: “O reagite e vincete o me ne vado”. La prova di forza però gli va male, la squadra non si scuote, i delicati rapporti tra le giocatrici, attriti compresi, hanno la meglio sulla visione generale: la partita è persa e con coerenza Mori saluta. “A quel punto era chiaro che non avrei più potuto dare niente alla squadra, le mie energie si erano esaurite. Mi dispiace moltissimo perché siamo stati a un soffio dai playoff nonostante una stagione in cui ci è andato tutto storto”. Sincero e aperto, coach Mori non cerca scuse ma sottolinea solo quello che è un dato di fatto: “Gli allenamenti al completo si contano sulle dita di una mano, tra infortuni, malattie e assenze; siamo arrivati alla partita cruciale con Firenze, persa di un soffio, senza play, e anche contro Ghezzano, pur giocando male e perdendo una partita che potevamo e dovevamo vincere, non siamo arrivati al meglio delle condizioni”.

Nessun rancore personale con le giocatrici, solo la consapevolezza della fine di un cammino. La stagione la chiuderà la vice De Leonardis, in panchina a Lucca per la terza volta, dopo le due giornate al comando della squadra con Mori squalificato; al palazzetto comunque c’era anche l’allenatore uscente, in tribuna, ed è lì che tutta la squadra si è riunita dopo la vittoria, in un abbraccio commovente e liberatorio.

“Sono contento della vittoria di Lucca, mi dà conforto nella mia decisione di andare via; spero che la scossa sia arrivata e che le ragazze chiudano al meglio il campionato. Se fosse finita come a Ghezzano sarebbe stato un problema, invece la squadra ha lottato e vinto, anche se a mio parere avevamo giocato meglio nella sconfitta casalinga del girone di andata”.  Mori non smette di raccontarci, si sente che l’addio non sia stato indolore ma anche che fosse inevitabile; per il futuro il coach si vede lontano dal basket, che trova cambiato. “Forse sono solo invecchiato io ma in questi ultimi anni mi sono riconosciuto sempre meno nel basket femminile; vedo meno rispetto, in generale, tra giocatrici e tecnici, nel rapporto con gli arbitri e anche tra colleghi. Sarebbe stata comunque la mia ultima stagione; molte cose, poi, mi hanno stressato, non ultima l’infortunio della Ebner che poteva davvero trasformarsi in qualcosa di serio”.

Tornando al basket giocato e alla vittoria di Lucca, giunta al termine di una partita a punteggio alto, giocata con intensità ma di livello tecnico solo medio, la classifica fa ancora più rabbia: considerando almeno due partite gettate alle ortiche (Prato e Ghezzano), i playoff stanno sfuggendo davvero di poco, grazie anche a una serie di risultati imprevisti che hanno accorciato il ranking. Firenze ha battuto Spezia di 20 in trasferta, Lucca ha perso con la Jolly e la quota 24, quella del terzo posto, è solo a due vittorie di distanza con due scontri diretti (Spezie a Viareggio) da affrontare nelle ultime due giornate.

PALL. FEMMINILE VIAREGGIO A.D. 30, A.DIL. FLORENCE BASKET 28, A.S.D. SOC CESTISTICA SPEZZINA 24, FISIO 2005 LE MURA 24, G.S. JOLLY ACLI BASKET A.S.D. 20, GMV MEET A.S.D. 18, A.DIL. PALL.FEMM.COSTONE SIENA 18, A.D.BASKET FEMMINILE PONTEDERA 16, POLISPORTIVA SIECI ASD 14, POL. DIL. A.GALLI BASKET 8, A.S.DIL. PALL. FEMM. PRATO 8, A.S.DIL. BK MASSA E COZZILE 6. Viareggio e Galli una partita in meno.

 

Riproduzione riservata ©