Jolly Acli sconfitta, il presidente sbotta

Mediagallery

di Gabriele Pritoni

GMV Meet Ghezzano – Jolly Acli Essevuteatro Livorno  65 – 51  (13-10, 13-19, 21-11, 18-11)

Livorno: Costa 17, Paoli 6, Grasso 12, Carta Camilla ne, Menichincheri 2, Mori ne, Toti 7, Alessio 1, Carta Carlotta ne, Buccianti 6, Posarelli ne. All. Mori Luca

Ghezzano: Silvi ne, Sivelli ne, Giglio Tos 28, Benedettini 6, Ferri ne, Ceccanti 4, Conti 5, Guerrini 4, Mbeng 15, Franceschini 4. All. Piazza Cinzia

La Jolly torna da Ghezzano con le ossa rotte ma c’è il sospetto che le giallo nere siano partite da Livorno già con il morale sotto i tacchi. Ciò che temeva coach Mori a quanto pare si sta avverando: l’allenatore livornese ci aveva raccontato una settimana fa del rischio tangibile di un calo di tensione, con l’allontanarsi dell’obbiettivo playoff in seguito alla sconfitta con Firenze di tre giornate fa, e in effetti la prima cosa che è mancata a Ghezzano è stata la motivazione. La Meet è una squadra valida e ha una nella sua giocatrice di punta, la Giglio Tos, una vera macchina da punti ma più che dai suoi 28 la vittoria è arrivata dalla voglia e dalla grinta con cui le padrone di casa hanno surclassato le livornesi. La Jolly, dopo l’illusoria vittoria contro Massa e Cozzile, è tornata a una prestazione vicina a quella di Prato, forse la peggiore della stagione.

Le parole del presidente Paoli sono molto amare: “Dopo la sconfitta immeritata e dolorosa contro Firenze la squadra si è svuotata, ha perso convinzione e determinazione e non è più la stessa. Tutto questo non va bene, bisogna chiudere con dignità il campionato. La società si farà sentire, si può perdere ma non in questo modo e con atteggiamento remissivo e senza mordente. Dignità, orgoglio e rispetto prima di tutto”.

Peccato perché la squadra aveva avuto un’evoluzione di gioco e di carattere inarrestabile dall’inizio del campionato fino alla fine del girone di andata. Nelle prime partite si era vista una Jolly acerba, incapace di applicare una difesa credibile e con poco amalgama tra le giocatrici; nel tempo, coach Mori aveva poi costruito la sua difesa a uomo, pur non disponendo dell’organico ideale, e allenato l’attacco basandolo su Costa e Grasso da 4 e 5 con la regia di Buccianti. La squadra aveva dimostrato di poter lottare con tutti ma ultimamente, un po’ per infortuni un po’ per malattie, il rendimento della squadra era calato e i playoff allontanati. Staremo a vedere, dopo questa settimana che si preannuncia agitata, che reazione ci sarà nella delicata di Lucca di venerdì. In campionato Firenze vince lo scontro diretto con Viareggio mentre Lucca perde sorprendentemente da Le Sieci e si fa raggiungere da Spezia. La lotta per il terzo posto si fa serrata.

Classifica: PALL. FEMMINILE VIAREGGIO A.D. 28, A.DIL. FLORENCE BASKET 26, A.S.D. SOC CESTISTICA SPEZZINA 24, FISIO 2005 LE MURA 24, GMV MEET A.S.D. 18, G.S. JOLLY ACLI BASKET A.S.D. 18, A.DIL. PALL.FEMM.COSTONE SIENA 16, A.D.BASKET FEMMINILE PONTEDERA 14, POLISPORTIVA SIECI ASD 12, POL. DIL. A.GALLI BASKET 8, A.S.DIL. PALL. FEMM. PRATO 8, A.S.DIL. BK MASSA E COZZILE 6. Viareggio e Galli una partita in meno.

Riproduzione riservata ©