Stasera omaggio a Orlandi, Cavalleria e Marmugi. Mostra a Palazzo Huigens di Itinera

Mediagallery

Dé! Dédicata proprio a Livorno sarà la serata di lunedì 28 luglio, quarto giorno di programmazione di Effetto Venezia. La serata si aprirà infatti in piazza del luogo Pio (ore 21.15) con l’antologia teatrale Ciao, Beppe Orlandi curata da Lia Orlandi e Beppe Ranucci. Lo spettacolo ripercorre i momenti più significativi di Beppe Orlandi, grande attore e maschera livornese, che ha fatto amare Livorno in Toscana e fuori.
Ed a chiusura della serata farà la sua prima uscita dal terrazzo della circoscrizione 2 (scali Finocchietti, ore 23.40) il comico livornese Claudio Marmugi ne Ir bidello di…..Effetto Venezia , bidello dissacrante che lancia ironiche invettive sulla festa.
Nel corso della serata una miriade di spettacoli, mostre (clicca qui per leggere di quella in via Borra a Palazzo Huigens), marching band, mercati e stornelli.
Nella Canaviglia della Fortezza Vecchia (ore 22) sarà proposta una versione semiscenica di Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, da un’idea di Mario Menicagli (direttore artistico di Effetto Venezia) e Emanuele Gamba; sempre in Fortezza, ma nella sottostante Cannoniera, vanno in scena “Le stanze segrete” di Emanuele Barresi e in piazza di Cisterna (ore 21.15) Trovata una sega, spettacolo su Livorno, Modigliani e “lo scherzo del secolo” dell’estate 1984 di e con Antonello Taurino. Per le strade e i vicoli del quartiere, lungo le spallette dei canali, tra i tanti artisti di strada ci si potrà imbattere nel Poeta Veloce( Silvestro Sentiero) che dedicherà versi estemporanei ai passanti del festival e Pietro Rasoti con il suo spettacolo Alto livello di trasformismo e illusionismo. Suonerà per le strade la Pinoli Street Band (via san Marco ore 21.30 e via Borra ore 22.30) e sullo Scalandrone di via della Madonna, musica jazz con Bearetown (sax, contrabbasso, piano e batteria).

Riproduzione riservata ©