Effetto Venezia, mostra di Itinera

Mediagallery

Come ogni anno Itinera organizza una mostra all’interno dello splendido Palazzo Huigens, in via Borra 35, sempre con l’intento di valorizzare le più interessanti testimonianze della ricerca artistica contemporanea operanti nella città.
Effetto Venezia, da questo punto di vista costituisce un’occasione importante, sia per la sua risonanza, sia per l’attenzione che per un periodo si concentra su di un quartiere che rappresenta il cuore della città. La cooperativa ha la propria sede operativa all’interno di quello che ritiene il palazzo più interessante del quartiere, palazzo Huigens, tipico palazzo mercantile settecentesco. Nella splendida chiostra interna, approfittando dell’atmosfera suggestiva, verrà allestita anche quest’anno una personale di un’artista che lavora nella città e che ha trattato sul tema di quest’anno, Livorno e la sua storia.
Per tutta la durata dell’iniziativa (25 luglio-3 agosto) la pittrice Libertà, in conformità al tema stesso della manifestazione Livorno porta del Mediterraneo per la Toscana propone una personale di 15 opere dal titolo Voci di vetro – La mostra dalle finestre che parlano.
L’artista Libertà, dopo aver sperimentato su tela, carta, cartone e legno decide di approdare al vetro dipingendo in acrilico su finestre di varie dimensioni; finestre semi distrutte che l’artista, novella restauratrice, ha personalmente scartavetrato e pulito riportandole a nuovo.
I soggetti su vetro saranno 15 personaggi famosi che sono nati o che hanno avuto a che fare con la città Livorno.
L’artista quindi, dopo aver dipinto un pesce di 27 metri sul tetto del mercato, abbandona temporaneamente il tema marino per tornare alla figura umana, personaggi dal tratto onirico, espressivo, a tratti spaventoso. Rappresentati in bianco, nero e oro i 15 famosi (tra gli altri: Modigliani, Buontalenti, Byron, Ciampi, la madre di Edith Piaf) affacciati ognuno alla propria finestra sembrano voler mandare un messaggio alla città.
Libertà dà loro la possibilità di esprimere pensieri mai detti in vita, parole per Livorno, messaggi per chi verrà. Attraverso le didascalie di Viola Barbara, da sempre la voce dei dipinti di Libera Capezzone, le finestre dipinte prenderanno vita e comunicheranno cose dolorose, comiche o fatti storici filtrati dalla fantasia della scrittrice.

Il programma

25 luglio : Inaugurazione della mostra “ Voci di vetro” Libertà – ore 19.30

* Sabato 26 / lunedì 28 / mercoledì 30 : Musica dal vivo con Gli Odissea – Verso Itaca (intrattenimento) ore 21.30

* 31 luglio – Friendli presenta i progetti dell’Associazione. Piccolo stand del cibo offerto dal negozio “fresco in città” – ore 19.30

* 1 agosto : Grigio Modì Serata per Modigliani presenta Carlo Neri (coop Itinera) ore 22.00
intervengono:
Francesco Tonarini (ass. la Cariatide)
Alice Barontini giornalista e critica d’arte – autrice di “Alla ricerca di Modì. Angelo Froglia e la performance che mise in crisi la critica.” (ed. Polistampa)
Daniele Cerrai – scrittore autore di “Grigio Modì” (ed. round robin)
letture di Aldo Galeazzi e Marco Bruciati ore 22.00
presentazione del libro di Gino Fantozzi L’attesa – Vittoria Igazu Editore
con letture di Edoardo Colombi ore 23.00

* 2 agosto: spettacolo teatrale “Sono vivi” Viola Barbara ore 22.00

* 3 agosto : replica dello spettacolo “Sono Vivi” ore 22.00

Riproduzione riservata ©