L’arte della calligrafia giapponese in mostra

Mediagallery

Dal 13 novembre all’8 dicembre i Granai di Villa Mimbelli (via San Jacopo in Acquaviva) ospiteranno una mostra inconsueta per Livorno: per la prima volta in città arriverà infatti l’arte dello Shodo con l’esposizione Shodo Italiano, arte della calligrafia giapponese (clicca sul link in fondo all’articolo per scaricare il programma della manifestazione). Già esposta a Tokyo nel luglio del 2014 all’Istituto Italiano di Cultura, l’esposizione propone una ricca collezione di opere calligrafiche di artisti italiani allievi di Norio Nagayama . In mostra complessivamente 113 calligrafie in Tensho, Ghyosho, Sosho, Kaisho e in stile Libero (forme della scrittura) e Tenkoku (incisione del sigillo), realizzate da 53 calligrafi che, pur rispettando lo spirito proprio dello Shodo, hanno saputo infondere nelle loro opere anche la creatività artistica italiana.

“Il fluire dell’inchiostro dal pennello e la danza delle linee sulla carta, questo è lo Shodo” afferma Evi Lenti presidente dell’Associazione Oriente AD che, insieme al Comune di Livorno ha promosso l’iniziativa. Un’iniziativa, tra l’altro, che non solo offrirà l’occasione di conoscere l’arte dello Shodo come “ricerca e comprensione della vita tramite la pratica della calligrafia” ma anche l’incanto del mondo giapponese, con una serie di iniziative collaterali che accompagneranno la mostra per tutto il periodo di apertura.
Concerti, laboratori di origami e shodo, degustazioni di tè giapponesi e mostre di Bonsai si terranno in vari luoghi del quartiere di San Jacopo diffondendo la conoscenza della cultura giapponese.
“ La mostra – tiene a sottolineare l’assessore alla cultura Serafino Fasulo – contribuirà ad arricchire l’offerta culturale che questa Amministrazione propone alla città favorendo quel dialogo interculturale che ha sempre costituito il dna di Livorno”. “ I cittadini –afferma- avranno modo di conoscere la natura dello Shodo , l’arte della calligrafia praticata in Giappone da secoli e che non rappresenta solo una forma di comunicazione ma una forma di creatività vera e propria che esprime il nostro pensiero”.

La mostra sarà inaugurata venerdì 13 novembre alle ore 17. Nell’occasione il Maestro Norio Nagayama offrirà una dimostrazione dell’arte. A seguire degustazione di tè giapponesi e cura della teeria “Arte di vivere”.
L’esposizione chiuderà i battenti l’8 dicembre ma in gennaio al teatro Goldoni , sono previste nuove iniziative dedicate al mondo giapponese. Il 16 gennaio e 17 gennaio è infatti in cartellone Madama Butterfly di Giacomo Puccini e , insieme alle rappresentazioni, una mostra della Fondazione Piaggio “ La vespa e la Farfalla. Un secolo di Butterfly” che espone una ricca selezione di costumi di scena, bozzetti ed elementi di scenografia legati all’opera pucciniana.
La mostra Shodo Italiano, arte della calligrafia giapponese, ad ingresso gratuito, sarà visitabile ogni venerdì, sabato e domenica e martedì 8 dicembre in orario 10/13 e 16/19. Le visite guidate, a cura dell’associazione ASD Oriente, saranno disponibili il sabato e la domenica dalle ore 11 alle 12 e nel pomeriggio dalle 17 alle 18.
Info: Granai di Villa Mimbelli via San Jacopo in Acquaviva (0586/808001, 824610,824620).
Oriente ASD :0586 814179

Riproduzione riservata ©