Polemica su prof. di sostegno. “Obiezione infondata”. Un milione per rifare le scuole. E il Chayes trasloca

Mediagallery

Martedì 15 settembre iniziano nuovamente le scuole anche a Livorno. Scuole rinnovate e innovative per molti punti di vista (clicca qui per leggere di oltre un milione e mezzo di euro investiti per i lavori agli istituti e per il trasferimento dell’asilo Chayes). Ma alla vigilia della prima campanella ecco un caso scoppiato tra un genitore e la scuola che ospita la figlia.
Ecco la lettera della dirigente scolastica che smentisce quanto riportato dal signor Torsi

“Buonasera, sono la dirigente scolastica della scuola Borsi-Pazzini professoressa Maria Giusti.
E’ apparso in grande evidenza sull’edizione di oggi un articolo dal titolo “mia figlia senza insegnante di sostegno. Pronto ad incatenarmi ai cancelli” che chiama in causa la scuola da me diretta.
Chiedo immediata rettifica di quanto pubblicato in quanto totalmente privo di fondamento.
Ho già provveduto a contattare e convocare il genitore firmatario della lettera per domani mattina e chiarirò con lui personalmente.
Intanto intendo sottolineare che:
1) Il genitore non si è minimamente preoccupato di verificare la fondatezza di quanto asserito e nemmeno voi dal giornale. Gli insegnanti di sostegno sono stati nominati l’8 settembre con un enorme sforzo da parte dell’amministrazione centrale e periferica proprio per venire incontro ai bisogni dei ragazzi diversabili sin dai primi giorni di scuola
2) quanto a tutto ciò che riferisce relativamente al passato sarà mia cura parlarne direttamente con l’interessato in quanto non mi risulta che le cose siano andate così come raccontate.
Vorrei infine precisare che l’alunno diversamente abile viene affiancato da un docente di sostegno ma preso in carico non solo da questo, ma da tutto il consiglio di classe e dalla comunità scolastica in genere proprio per garantire la sua migliore inclusione in un progetto didattico personalizzato a cui partecipano, con compiti diversi, molte figure”.
Il dirigente scolastico della scuola Borsi-Pazzini di Livorno
Prof.ssa Maria Giusti

Riproduzione riservata ©