Scuole, lavori per più di 1 milione. E il Chayes trasloca

Mediagallery

di Daniele D’Ambra

“Molti sono stati gli interventi eseguiti quest’estate, per un milione e mezzo di euro, alle scuole di vario grado a Livorno- dichiara la Vicesindaco Sorgente- per rifacimenti e perfezionamenti vari.Tra i vari lavori voglio sottolineare il trasferimento della scuola Chayes, già in programma da molti anni addirittura già presente in un progetto dell’ex sindaco Cosimi del 2009, presso la scuola primaria De Amicis, che per noi è un obiettivo importante da raggiungere”.

Massimo Petagna, dell’Ufficio Edilizia, spiega i lavori svolti, proseguendo in primis la questione “Chayes”. “Il progetto per lo spostamento alle De Amicis dell’asilo Chayes prevederà la creazione nell’edificio di 3 sezioni per la scuola materna e un’aula di psicomotoria.Siamo intervenuti con lavori su 25 scuole, dagli asili fino alle scuole medie. Le scuole interessate sono: la scuola media Pistelli, l’elementare Dal Borro, l’elementare Albertelli, la scuola d’infanzia I Girasoli e quella la marmora, l’elementare Micheli, il nido Santelli, l’elementare di Villa Corridi, De Amicis, Benci, Bini e Gramsci, le Michelangelo,il centro per l’infanzia “Alveare”, le Bartolena, la scuola d’infanzia Menotti, Mondolfi, Giardino di Sara, La Rosa e La Giostra, il nido Salviano, Piccolo Principe e Zeronte e le medie Pazzini e Montenero con lavori che hanno riguardato nuove pavimentazioni, interventi su prescrizioni U.S.L., riparazioni scarichi fognari, tinteggiature e servizi igienici.Inoltre sono stati usati altri 40 mila euro per arredi scolastici di ordine primario, sedie e tavoli, per l’allestimento di nuove classi.”

Massimiliano Bendinelli, dirigente settore educazione e sport, e Marco Marinai dell’Ufficio rete scolastica, pongono l’attenzione sul dialogo scuola-Comune: “Abbiamo oltre 4 mila richieste l’anno dagli 84 plessi scolastici, fin’ora la richiesta degli interventi era molto caotica ma adesso abbiamo attivato il portale “Scuola-comune” sul quale poter fare le varie richieste e grazie al quale potranno essere più rapidi gli interventi.” Riprende la parola la Vicesindaco su gli interventi per il sociale:” In questo ambito 30 pasti giornalieri saranno consegnati alla Caritas, verrà effettuata una fornitura mensile ad Associazioni non lucrative come olio, pasta, riso, legumi e pelati ed inoltre potranno, accordandosi con il Comune, ritirare pane e frutta se non ritirate per i bambini intorno alle ore 15.”
Per il servizio mensa interviene la Responsabile Ufficio Ristorazione e Servizi Scolastici, Franca Sala:” Per i prossimi 3 anni le imprese appaltatrici del servizio mensa saranno la Cir food ( che ha inglobato “8 Marzo”), Elior e Coop Lat. Sono 6.607 i pasti da servire ai bambini con l’aggiunta di 400 unità di lavoro, per un ammontare di 8 milioni, con differenziazioni a seconda della dieta scelta dai genitori ( scelte religiose, etiche e di salute).
Il 28 Settembre inizieranno i servizi di ristorazione scolastica per le scuole: Benci, Bini, Gobetti, D’Azelio, Fattori( escluso prime classi), Rodari(escluso prime classi), Cremoni, Munari, Gramsci, Cervi, Pestalozzi, De Amicis, Brin, Dal Borro, Natali, Palazzina, B. Margherita, Modigliani, Campana, Agnoletti, La Guglia.Dal 1° Ottobre inizieranno presso: Micheli, La Tartaruga, La marmora, Lambruschini, Villa Corridi, Salviano, La Rosetta, Carducci, Banditella, Montenero, Quercianella e Cave Bondi. Dal 5 invece : Fattori e Rodari per le classi prime, Thouar, Pian di Rota, Sorgenti, Scuola dell’infanzia e primaria dell’Istituto S. Teresa del Bambin Gesù.”

Riproduzione riservata ©