Assessori, Marco Ruggeri presenta Maurizia Cacciatori. “Con lei, noi capitale europea dello sport”

I primi due nomi in giunta annunciati sono stati Simone Lenzi alla cultura e Cristina Grieco all'istruzione

Mediagallery

Il candidato sindaco Pd, Marco Ruggeri, ha presentato al circolo nautico Orlando in via del Molo Mediceo, colei che ricoprirà il ruolo di assessore allo sport (delega che nel Pd è stata prima di Claudio Ritorni e poi di Maurizio Bettini). Si tratta di Maurizia Cacciatori, classe 1973, originaria di Carrara – 228 presenze con la maglia della nazionale, un oro ai Giochi del Mediterraneo (2001), un bronzo e un argento agli Europei del 1999 in Italia e del 2001 in Bulgaria, ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney – madre di due figli, attualmente opinionista di Sky, e futura sposa il 19 giugno: convolerà a nozze con un ex cestista livornese della Libertas, Francesco Orsini.
Nell’occasione Ruggeri ha rivelato che, proprio grazie alla presenza della Cacciatori, punta a ottenere nel 2017 il riconoscimento di Livorno a capitale europea dello sport. In lizza Sofia e Marsiglia. “Maurizia, vista la sua notorietà – spiega – potrebbe essere tranquillamente l’ambasciatrice dello sport livornese in Europa. Anche in questo settore, che ci vede in cima a tutte le classifiche per numero di impianti sportivi e medaglie vinte, abbiamo bisogno di uscire dal provincialismo e riprendere i rapporti con l’Italia in maniera forte”. “Come vedete – ha aggiunto riferendosi allo slogan della sua campagna – le mie scelte vanno nella direzione di un cambiamento, di una idea di punto e a capo della città”. I primi due nomi della (eventuale) giunta sono stati annunciati lunedì 2 giugno in Fortezza Nuova e sono: Simone Lenzi alla cultura e Cristina Grieco all’istruzione. (leggi qui il faccia a faccia al Cral Eni Ruggeri-Nogarin).

Le parole di Cacciatori – Molto emozionata la Cacciatori nel corso della sua presentazione: “Neanche nelle partite di Champions ho una tensione di questo tipo. Sono molto, molto orgogliosa e emozionata per questa scelta. Credo molto nel concetto di squadra nello sport, così come nella vita e quindi anche nella politica. Spirito di sacrificio, impegno e costanza sono i miei punti fermi senza i quali stai in panchina e a volte vai a casa. Il titolo di miglior palleggiatrice al mondo in Giappone è stato un bellissimo riconoscimento, ma non lo avrei mai vinto se non avessi avuto in squadra uno staff meraviglioso. Le grandi squadre vengono fuori nel momento della difficoltà. In Marco vedo grande voglia di cambiamento e volontà di fare una squadra con persone nuove. Io vivo qui e a maggior ragione nutro un profondo senso di responsabilità nei confronti di questa città. Vorrei che i miei figli vivessero in un ambiente che valga davvero tanto e che sia all’altezza di Livorno”.
Da dove pensa che si debba ripartire? “Faccio parte degli sport che vengono considerati minori e mi arrabbio da morire. Tutti questi sport considerati minori devono tornare ad avere una grande attenzione”.

Chi è Maurizia Cacciatori. Maurizia Cacciatori, nata nel 1973 a Carrara e ora residente a Livorno, è un’ex pallavolista italiana, attualmente opinionista televisiva per Sky Sport per la pallavolo femminile. Vanta 228 presenze nella Nazionale italiana di pallavolo femminile. È stata candidata al consiglio comunale di Carrara nel 2002 con una lista civica. Tra i tanti riconoscimenti, ha vinto un oro ai Giochi del Mediterraneo (2001), un bronzo e un argento agli Europei del 1999 in Italia e del 2001 in Bulgaria, e ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney 2000, prima qualificazione in assoluto per la nazionale femminile di pallavolo.

No Renzi – Nel frattempo, contrariamente a quanto ventilato nei giorni scorsi dopo il primo turno elettorale e in vista del ballottaggio, il premier Matteo Renzi, non verrà a Livorno per sostenere Marco Ruggeri in questi ultimi giorni “caldi” prima del voto dell’8 giugno.
Il motivo è che il segretario nazionale del Partito Democratico, secondo notizie che arrivano da ambienti vicini al suo staff, non può partecipare alle 18 campagne elettorali in corso in tutta Italia per il rinnovo delle amministrazioni locali.
Voci di corridoio dicono invece che potrebbero presentarsi a Livorno i nuovi sindaci di Firenze e Prato, Nardella e Biffoni.

Riproduzione riservata ©