Nuove docce e discese. Ecco gli interventi

Docce al Gabbiano, una rampa per disabili alla spiaggia della Vela, una barriera a Cala del Leone e molto altro. Ecco gli interventi 2015 di "Estate sicura": 90mila euro la spesa, 20mila stanziati dai gestori degli stabilimenti

Mediagallery

di Matteo Capirola

Garantire un più alto livello di sicurezza e fruibilità delle spiagge pubbliche e lungo la scogliera del Romito: questo l’obiettivo principale del progetto “Livorno Estate Sicura”, che prevede interventi di sistemazione di accessi al mare e delle spiaggette libere lungo il Romito.

Gli interventi previsti – Verranno riqualificati 33 accessi, alcuni nella zona “urbana” e altri sul Romito attraverso interventi semplici ma significativi, tra i quali spiccano senza dubbio i seguenti:. Fra tutti gli interventi programmati e finanziati dall’Ufficio Demanio Marittimo del Comune, il cui elenco completo è consultabile nel documento allegato in fondo all’articolo sono da segnalare:

– la sistemazione della discesa pubblica che conduce alla spiaggia dei Ghiaioni a Quercianella,

– la sistemazione della discesa del Sassoscritto sulle scogliere del Romito, da tempo dissestata e pericolosa e oggi ripristinata con messa in opera, nei tratti sconnessi, di scalini in tufo.

– la pulizia della discesa che conduce alla Cala del Leone che ha previsto anche la rimozione di inerti abbandonati da tempo lungo il percorso. L’intervento sarà completato con la messa in opera di parapetto a protezione della pericolosa scarpata nell’ultimo tratto della discesa, con la speranza che il senso civico prevalga sugli atti di vandalismo che in passato hanno portato alla distruzione della protezione più volte istallata.

– la sistemazione della discesa e degli scalini che conducono alla spiaggia dell’Accademia con messa in opera di corrimano e rastrelliere per biciclette. Si tratta di un intervento provvisorio, anche se già significativo e ben accolto dai bagnanti, che sarà rivisto il prossimo anno con una riprogettazione della discesa.

-L’installazione di docce alla spiaggia del Sale e alla Rotondina di Ardenza (“il Gabbiano”)

-La realizzazione di una rampa con scivolo alla spiaggia della Vela al fine di consentire anche ai diversamente abili l’accesso alla spiaggia.

-La pulizia degli scogli di Calignaia con la potatura della vegetazione e la realizzazione di scalini in tufo.

La cartellonistica – E’ stata inoltre controllata, e dove necessario ripristinata, la cartellonistica di segnalazione degli accessi al mare, che, insieme alle postazioni di primo soccorso dell’SVS e Misericordia Antignano elargiscono istruzioni ed informazioni utili ai cittadini sui luoghi più frequentati del nostro litorale al fine di prevenire incidenti che in queste zone naturali, purtroppo, sono frequenti.
Il servizio si avvale del supporto di mezzi nautici che svolgono attività di vigilanza della costa dal mare sotto la direzione della Capitaneria di Porto e che vengono utilizzati per facilitare il recupero degli infortunati in zone impervie delle scogliere favorendo un trasporto più veloce ai porticcioli più vicini, dove vengono allertate le ambulanze. Collabora attivamente al “Piano di salvataggio” anche il Comando dei Vigili del Fuoco che ha messo in opera degli atolli di emergenza, che hanno salvato molte vite negli ultimi anni.

Postazioni di soccorso – Come ogni anno, sulle scogliere del Romito, sono attive da sabato 20 giugno (fino a domenica 20 settembre) due postazioni di assistenza e di informazione ai bagnanti gestite in convenzione dalla Società Volontaria di Soccorso e alla Misericordia di Antignano. Il servizio, operativo nei fine settimana (sabato e domenica con orario 9,00/18,00) e per tutta la settimana di ferragosto, ha lo scopo di assistere i bagnanti per i piccoli inconvenienti che non richiedono il trasferimento a un centro medico (punture di insetti, escoriazioni, bruciature causate dal sole o dal contatto con meduse etc.) ma anche quello di dare informazioni sui luoghi anche al fine di prevenire incidenti che in queste zone naturali, purtroppo, sono frequenti. Il servizio si avvale, come ogni anno, del supporto di due mezzi nautici che svolgono attività di vigilanza della costa dal mare sotto la direzione della Capitaneria di Porto e che vengono utilizzati per facilitare il recupero di infortunati in zone impervie delle scogliere e il trasferimento via mare ai porticcioli più vicini dove vengono allertate le ambulanze.

Il costo – Gli interventi sono stati concordati con il Comune e, a tal fine, l’Ufficio Demanio Marittimo si è attivato per ottenere tutte le necessarie autorizzazioni dagli Enti competenti. Già da anni questo progetto viene sponsorizzato dai gestori degli stabilimenti balneari, che hanno versato un contributo di 20.000 euro da addizionare a quello di 70.000 euro a carico dell’amministrazione comunale. Di questi 90.000 euro, 29.000 sono stati utilizzati per interventi di manutenzione lungo 15km di costa libera; i rimanenti per convenzioni, manutenzioni ed altre misure. Alcuni di questi interventi saranno realizzati in questi giorni direttamente dai gestori degli stabilimenti balneari (presenti alla conferenza stampa Michele Ganni gestore dei Lido, Andrea Picchi dei Bagni Roma, Tito e Armando Neri del Fiume, Alessio Schiano segretario del sindacato balneari di Confcommercio).  Infatti, un protocollo d’intesa sottoscritto con S.I.B., il Sindacato Balneari Confcommercio di Livorno, prevede l’erogazione di un contributo, o in alternativa in accordo con il Comune, la realizzazione di interventi miranti a migliorare la fruibilità delle spiagge libere.

Informazione, vigilanza, assistenza – Per quanto riguarda l’informazione, la vigilanza e l’assistenza vengono riproposte le misure sperimentate e poi consolidate nelle passate stagioni balneari. È stata controllata, e dove necessario ripristinata,  la cartellonistica di segnalazione degli accessi al mare (circa 80 cartelli di diversa tipologia e funzione) dalla spiaggia della Bellana alla spiaggetta dei Ghiaioni a Quercianella. La cartellonistica riporta anche l’indicazione della qualità delle acque di balneazione,  secondo quanto previsto dalla normativa europea e dalle recenti disposizioni della Regione Toscana e, nelle spiaggie più frequentate, le norme comportamentali per l’accesso con i cani. Anche quest’anno, grazie agli accordi con i gestori o i proprietari delle aree private retrostanti, le spiagge libere ubicate tra  la struttura ricettiva “Sama” e il Castel Boccale (circa 2 km di costa libera ), é stato assicurato il servizio di salvamento con bagnini e tutte le dotazioni di sicurezza conformi alle ordinanze balneari. In queste spiagge libere che si fregiano della bandiera blu è possibile affittare lettini e sdraio nelle proprietà private confinanti o nelle porzioni marginali in concessione (v. spiaggia Marina del Boccale in parte di libero accesso e in parte in concessione).

Riproduzione riservata ©