Ufficiale. Dal 2 maggio porta a porta a Colline

Ufficialmente il servizio sarà avviato il 2 maggio. Intanto le operatrici di Aamps hanno cominciato a fare visita, casa per casa, agli abitanti del rione Colline per illustrare le nuove modalità di raccolta dei rifiuti

Mediagallery

Ufficialmente il servizio sarà avviato il 2 maggio. In realtà il “porta a porta”, almeno quello informativo, è già iniziato (leggi qui – pulizie di primavera: raccolte oltre 12 tonnellate). Le operatrici di Aamps hanno cominciato a fare visita, casa per casa, agli abitanti del rione Colline per illustrare le nuove modalità di raccolta dei rifiuti che permetteranno di migliorare ancora di più la tutela dell’ambiente ed aumentare la quantità di rifiuti che verranno riciclati.  Si tratta di un appuntamento importante a cui cittadini dovranno arrivare preparati. I cassonetti, infatti, verranno tolti dalle strade e i rifiuti prodotti in casa, negli esercizi commerciali, nelle scuole e negli uffici dovranno essere resi disponibili alla raccolta differenziata nei giorni e negli orari indicati nell’apposito calendario e previsti nella specifica ordinanza.
Per semplificare l’impegno a cui i cittadini saranno chiamati, il Comune di Livorno ed Aamps stanno consegnando un opuscolo pratico e di facile lettura che guida nella corretta separazione dei rifiuti. Per i giorni a venire è poi prevista la consegna dei contenitori e dei sacchi da utilizzare per l’effettiva differenziazione dei materiali.
Si ricorda che lunedì 18, alle ore 21, presso il circolo “Norfini” in via di Salviano 53, è in programma un’assemblea pubblica dove i rappresentanti dell’amministrazione comunale e dell’azienda si renderanno disponibili a fornire ulteriori approfondimenti sul servizio in questione. A partire dallo stesso giorno e continuativamente per un mese verrà aperto anche l’Info Point dedicato presso gli ex locali Aamps in via Zola 39.
Per ulteriori informazioni telefonare al Call Center (numero verde 800-031.266), consultare il sito aziendale www.aamps.livorno.it, scaricare sullo smartphone la APP dedicata, inviare un’email all’indirizzo [email protected] oppure inoltrare un messaggio tramite la piattaforma “whatsapp” (3666200878).

Riproduzione riservata ©