Gratis 120 posti auto “salva-aperitivo”

di gniccolini

Mediagallery

Visto che la montagna non va verso Maometto sarà Maometto che andrà verso la montagna. E così ecco che i commercianti di via Marradi, piazza Attias e soprattutto via Cambini si sono organizzati per studiare una soluzione al problema del parcheggio per il weekend quando, spesso e volentieri, la polizia municipale passa per sanzionare le soste selvagge sui marciapiedi. Soprattutto anche a fronte di quanto dovrà accadere dal 6 di gennaio in poi quando entrerà in azione lo “Street Control” (clicca qui per leggere di cosa si tratta), l’inesorabile occhio elettronico che passando farà multe a raffica a chi è in divieto.
Ecco dunque che Cantina Nardi, Caffè Deco, Casablanca, Quo Vadis 2 (ex Wimpy) e Rossompomodoro si sono organizzati facendo gruppo e riservando per i propri clienti ben 120 posti nel parcheggio sotterraneo della Coin da offrire a chi il venerdì o il sabato si porterà in città per un aperitivo o una cena fuori.
“Quando i clienti vengono da noi e ci diranno che hanno messo l’auto al parcheggio gli offriremo i ticket per la sosta – spiegano i commercianti a Quilivorno.it -in modo tale da poter continuare a lavorare tutti offrendo un buon servizio ai nostri clienti che non dovranno più temere le multe e non dovranno aver più il pensiero di dire…dove parcheggio?”.
L’esperimento partirà o dal weekend che sta per arrivare o dal prossimo al massimo. “Il tempo di organizzarci concretamente e poi partiamo”, specificano.
Una cosa è certa, adesso non ci saranno più scuse per venire in città per passarsi una serata in via Cambini o mangiando una pizza. Il divertimento c’è e ora anche il parcheggio gratis.

Riproduzione riservata ©

27 commenti

 
  1. # @mattia

    … Wow non sapevo che lasciassero aperto questo parcheggio tutta la notte, in caso contrario che fanno…. un pensiero in più per i movidenti …devo lasciare il beverone per andare a levare l’auto, e mo dove la lascio? ……

  2. # franco

    ma credete ancora alle favole ? credete veramente che il livornese doc parcheggerà il suo SUV alla COIN ? troppo distante e poco dimostrativo..cioè come fa ad esibirlo ?
    la soluzione è una sola : un vigile che faccia le multe…
    vedrete che non mi sbaglio … purtroppo.

  3. # bozzolo63

    Boia che trovata, scoperta l’acqua calda anche a livorno, è da anni che in grandi metropoli, tra cui la megalopoli Pontedera, i commercianti per incentivare l’uso dei parcheggi a pagamento contro la sosta ignorante effettuano danno tichet per gli stessi a fronte di acquisti effettuati, e qui si fa un’articolo trionfante sottolineando che a causa dei soventi passaggi della municipale, per altro a tutela dei cittadini corretti, i titolari sono giunti a questa decisione. Povera livorno.

  4. # IlVero

    Ma almeno questi parcheggi sono all’interno dei Bar? Perchè se non è così potete farli pure gratis, ma per l’ignorante livornese l’importante è che sia vicino e con auto in vista

  5. # Giacomo

    Ottimo, ottimo, ottimo. A dire il vero continuo a dire che non capisco perché ci sia cosi tanta resistenza da parte dei cittadini al pagare qualche spicciolo di parcheggio per poter vivere il centro, e che in ultima sintesi, questo costo non avrebbe dovuto ricadere sui negozianti. Ma visto che in effetti questa resistenza c’è, hanno fatto bene i negozianti a fare loro il primo passo e investire una piccola % del fatturato in ticket di parcheggi. Per fortuna hanno cambiato linea rispetto al chiedere infrazioni del codice stradale con auto parcheggiate sui marciapiedi.

  6. # barbara

    Qualche spicciolo..Io non ho mai parcheggiato al parecheggio della Coin, percio’ non so quanto si spenda, ma ho lasciato la macchina per due ore e mezzo al parcheggio alla terrazza Mascagni, di venerdi’ sera per la modica somma di € 4,50…Non mi sembra siano qualche spicciolo, forse, se i parcheggi costassero meno, le persone eviterebbero di lasciare la macchina in divieto di sosta.

  7. # Federico

    Hanno cambiato linea perché, fortunatamente, gli assessori di riferimento hanno tenuto duro su questa richiesta assurda. Si potevano risparmiare tutto il can-can mediatico con annesse minacce(??) di proteste ed adottare subito questa soluzione. Tra l’altro, con molta meno pomposità, altri esercizi della zona (tipo Coin) sono già innumerevoli anni che offrono questo servizio alla loro clientela.

  8. # serena

    Ma quel parcheggio non chiude alle 20.00?

  9. # serghigo

    ottime idee secondo me c’è di mezzo staff del m5s….

  10. # Marco

    Per me è una questione di principio, prima di pagare anche 50 centesimi di parcheggio faccio anche 10-15 minuti a piedi. Risultato? Ne giova la salute e chi vive sul pedaggio dei parcheggi da me non becca una lira… Entro i limiti del possibile si facesse tutti così le strisce blu non esisterebbero.

  11. # LIBECCIATA

    il parcheggio chiude alle otto!!!!
    ecco perchè la gente non ci parcheggia!
    il costo è ricaduto sui negozianti perchè hanno preso accordi per farlo restare aperto. Se fosse aperto di suo tutta questa cosa non si poneva.
    E’ bene però se si vuole ragionare sulle cose saperle!! perchè per lei il parcheggio era aperto e la gente non ci andava. Complimenti

  12. # Tonio

    Ora siamo a posto. Possiamo passare un sereno Natale. Gli aperitivi e le cene del fine settimana sono assicurati. Riusciranno i nostri concittadini a fare i 100 metri dal garage Attias ai locali senza stramazzare al suolo?

  13. # libecciata

    il parcheggio di piazza attias chiude alle otto per questo la gente non ci parcheggia

  14. # labrone

    Un lo so mia…il livornese non ha la capacità motoria di fa 100 metri…magari se trovavate ir modo di fa du parcheggi dentro i locali era meglio eh?

  15. # barzelletta

    COIN??? troppo lontana!!!!

  16. # Flavio

    Bene, parcheggi ‘salva evasione’ era quello che ci voleva. Non ho mai visto uno scontrino in via Cambini!

  17. # Kees Popinga

    Alla COIN???? Ma così per fare l’ aperitivo li costringete a fare addirittura 100 metri a piedi!!! Fateli parcheggiare sul marciapiede poverini

  18. # Perplesso sempre di più !!

    “FARE L’APERITIVO”…mi piacerebbe sapè da quale vocabolario è schizzato fuori!

  19. # Giacomo

    E’ vero barbara, forse come incentivo ci vorrebbe una riduzione dei costi di parcheggio, anche se credo che comunque rimanere nella soglia di 4-5 euro ad auto per una sera completa (magari con 3-4 ragazzi dentro) possa andare visto che gli stessi poi ne spendono decine in bevute e ristoranti (e io sono contento per loro, figuriamoci). Il fatto è che mi sembra che molti non vogliano pagare un parcheggio “a prescindere” perchè sembra
    una violazione delle libertà personali, ma questa è una subcultura tutta labronica. Basta vedere in venezia dove ci sono centinaia di posti auto a 3 passi dal luogo pio, ma siamo arrivati a dover fare attivare ZTL notturne perchè la notte c’erano persino auto a lisca di pesce sul ponte di via borra..
    Purtroppo le città italiane sono antiche e non si possono “spianare” per farne piazzali per auto, per di più a parcheggio gratis. Ma questo non significa che per non pagare quegli euro di parcheggio io mi debba ritrovare a vagare come uno zombie in orribili centri commerciali in mezzo alla campagna.

  20. # Tazio

    Ti assicuro che è tutto il contrario

  21. # mario

    Secondo me gli esercenti che hanno proposto ed attuato questa iniziativa sono dei veri imprenditori che hanno trovato una soluzione per curare i loro affari in maniera costruttiva e compatibile con le esigenze degli altri cittadini.
    Stigmatizzo invece gli altri bottegai che pretendono, protestano e propongono soluzioni solo nel loro più gretto interesse.
    Un buon esempio per tutti noi

  22. # Luca

    Allora questi esercenti non hanno capito nulla. Secondo loro dovrei rinunciare a parcheggiare la mia fuoriserie sul marciapiede del locale dove vado a prendere l’aperitivo e presentarmi con lo scontrino del parcheggio come uno sfigato qualsiasi, mah !!!

  23. # orso

    A tutti quelli che sono stati convinti dalla dittatura del politically correct di quanto sia bello andare a piedi,in bicicletta sotto il solleone o con le intemperie,viaggiare sui puzzolenti mezzi pubblici.Vi dico :ok,muovetevi come i cinesi ai tempi del maoismo.Chi ve lo impedisce?Non capisco pero’ perche’ dovete impedire a chi vuole usare il mezzo privato di farlo,utilizzando tra l’altro quelle frasi intrise di superiorita’ e di disprezzo quasi fosse un crimine utilizzare un automobile .

  24. # orso

    Ma se a uno non gli piace camminare,deve sentirsi criminalizzato?

  25. # Me

    E dopo questa Notiziona siamo tutti più sereni! !! Che no. ..!!

  26. # Kees Popinga

    Ma ci mancherebbe altro!!! Chi non ama camminare non deve essere assolutamente criminalizzato, è già così tanto discriminato a Livorno poverino! Gli deve essere consentito di parcheggiare sopra il marciapede (tanto chi ama camminare può benissimo scendere in mezzo alla strada) e, se dotato di motociclo, direttamente dentro il locale accanto al tavolino. Non sia mai che la massacrante e interminabile camminata dalla coin a via Cambini possa turbare il suo corpo e la sua mente a tal punto da inpedirgli il godimento dell’aperitivo.

  27. # luca

    praticamente 3/4 di europa sono stati convinti dal politically correct……………………….ma tanto quelli furbi siamo noi

I commenti sono chiusi.