Mamma si fa in 4 per pulire le strade, gli incivili sono i cittadini

Mediagallery

Lettera-sfogo di una nostra lettrice, Ilaria Giovannetti, che ha voluto mandarci queste righe di solidarietà per chi, come sua mamma, lavora come spazzina cercando di rendere Livorno meno sporca e più accogliente per turisti e livornesi. Per Ilaria il vero problema sono i cittadini che non avrebbero rispetto dell’ambiente. La sua lettera è stata scritta in risposta ad un’altra segnalazione che abbiamo pubblicato nei giorni scorsi (“Benvenuti in Venezia, quanta inciviltà. Così i turisti scappano”. Clicca qui e leggi).

Ecco la lettera integrale di Ilaria Giovannetti.
“La mia mamma fa la spazzina da 15 anni e tutte le mattine si alza alle 4.30 per andare a lavorare: sole, pioggia, temporale, neve, le domeniche, i giorni di festa. Per quindici anni ho visto la mia mamma andare a lavoro e tornare a casa devastata dalle 30-40 strade giornaliere. Da un anno circa gli hanno assegnato la zona Venezia, ha sempre svolto il suo lavoro nel migliore dei modi, anche se i problemi di salute dopo tutti questi anni sotto le intemperie l’hanno debilitata. La mia mamma pulisce tutto lo schifo che viene lasciato dalle persone civili in Venezia comprese cacche, vomito e pipì. Tutti gli vogliono bene e lei è sempre gentile con tutti. Quindi vorrei sapere come vi permettete di pubblicare certe segnalazioni senza pensare che dietro tutto quello che c’è scritto c’è una persona che fa un lavoro schifoso per 700 euro il mese e che fa sempre il possibile per lasciare la zona un chicco. Gli incivili sono i livornesi. Punto”.

Ilaria Giovannetti

Riproduzione riservata ©