Fuggì con il figlio: il giudice nega le visite

Mediagallery

Fuggì con suo figlio di sei anni per un giorno e mezzo all’Acqua Village di Cecina. E’ lì che lo ritrovarono gli agenti della squadra mobile dopo la segnalazione arrivata al 113.
Alessandro giovedì 6 agosto scorso, eluse la sorveglianza degli assistenti sociali per portar via il piccolo e ritagliarsi uno spazio tutto loro. Il giorno dopo tutto finì e il piccolo fu riportato alla mamma. In un primo momento il giudice aveva dato l’ok alle visite (leggi qui) tra padre e figlio se pur assistite. Poi la decisione arrivate in queste ultime ore. Alessandro non potrà più vedere il figlio. Una decisione molto dura che lo stesso padre annuncia sulla sua bacheca facebook che, da quel 6 agosto, sta diventando ormai luogo di scambio di opinioni tra genitori.
Ecco quanto scrive Alessandro:
“Il giudice ha sciolto la riserva decidendo che io e mio figlio non ci vedremo più. Malignamente vi dico che pago la pubblica denuncia di inizio agosto, che chi ha da temere spera in un gesto inconsulto da parte mia che avvalori a posteriori le ormai insostenibili tesi accusatorie, roba di questo genere insomma. Ognuno tragga le proprie conclusioni. Nel mare di false brutte cose che nel tempo mi sono state attribuite mai è stato messo in dubbio che amassi profondamente mio figlio. Può un figlio amato non amarti? (…) Il mio proposito di raccontare sempre meno le ignobili gesta e sempre più della bellezza dell’amore che lega me e mio figlio rimane inalterato, è un percorso che ho deciso con me stesso, indipendentemente dal resto. Vorrà dire che mi vedrete vivere di ricordi, proprio come ad un padre a cui hanno ucciso il figlio.
Da qualche parte, a pochissimi km, ci sarà un bambino a cui hanno ucciso l’adorato padre (…). Topino mio babbo ti ama come nessuna altra cosa al mondo, babbo non odia nessuno”.

Riproduzione riservata ©

44 commenti

 
  1. # Livornese all estero

    Non conosco nessuno delle due parti… ma solidarietà al babbo… se era una persona cattiva non sarebbe andago all acquavillage di Cecina in piena estate dove è pieno di livornesi ciaccioni…. i figli sono dei genitori non dei NONNI.

  2. # Domenico

    Peggior scelta non poteva essere presa ! Non si nega il papà ad un bambino. Mi piacerebbe che la mamma si esprimesse contro tale decisione, magari cominciano a pensare all’interesse del bambino.

  3. # Fede

    Mi sembra comunque una decisione crudele , penso che le visite assistite fossero già abbastanza,non entro in merito delle colpe o non colpe , ma comunque il padre con il suo gesto ha voluto far vivere una giornata di intenso amore al figlio a pochi chilometri da casa non fuggi all estero X mesi……..quindi trovo assurda questa decisione sopratutto anche per il bambino….

  4. # Ugoz

    Ma che notizie date, a noi interessa solo sapere se i migranti hanno internet, gli hanno dato la capra halal, e se i sinti hanno finalmente ricevuto la casa popolare scalando tutte le graduatorie.
    Un padre incensurato, ingegnere che vuole passare un giorno all’acquapark con il figlio? Ma che notizia e’? A chi interessa vorrei sapere?
    Via su, date le notizie vere!

  5. # Teseo

    La solita precaricazione. Giudici così dovrebbero essere ricusati.

  6. # massimo

    Quante decisioni sono state smentite nel tempo e nessuno paga mai( solo lo stato ) . La vera responsabilita civile dei magistrati è sempre stata rifiutata ,forse perchè doveva far riflettere troppo e in qualche caso dovrebbe prevalere l’applicazione del buon senso.

  7. # Martina

    Che schifezza… un padre vive per i suoi figli se glieli togliete che li rimane???? Vergognatevi!!!! Anche alla madre voglio dire una cosa se non vuoi stare con tuo marito non ci stare ma non devi assolutamente proibire ne al figlio ne al padre di vedersi perché ricordati che è vero fai soffrire il padre e credo ne sei contenta adesso ma se vuoi bene a tuo figlio ricordati che fai soffrire anche lui… io ci sono passata i miei quando ero piccola si separano e quando il giudice chiese a mia madre quali erano i giorni in cui dovevo vedere mio padre lei rispose ” lui le sue figlie le può vedere quando gli pare sono io che mi separo” questo è voler bene ai figli!!!

  8. # Alla Frutta

    È una vergogna. Il giudice la madre e l’avvocato della madre si devono vergognare per il male che hanno fatto e danno facendo al piccolo negandoli di poter vedere suo padre che adora. Questa è l’italia, questi sono li italiani. Poi si parla male dei migranti, meglio questa gente fredda senza un briciolo di cuore. VERGOGNATEVI TUTTI.

  9. # jobbee

    Solidarietá al padre!! La decisione del giudice mi sembra eccessiva e crudele! ( non giusta). Che dire,…. se guardiamo la statistica in Italia, quando una persona si sente vittima perche gli viene negato un diritto, casa,lavoro,figli eccc minacciandosi di buttarsi giu da un edificio,gridando e sfogandosi ai media di farla finita,perchè si sente oppresso ha sempre ottenuto ascolto da parte delle istituzioni e ha volte anche il lieto fino. Ps. Che sia chiaro,non le dico io queste cose, e tantomeno non invito nessuno a fare gesti inconsulti,la mia è solo un analisi della societá, bastata sulla statistica di certi eventi.

  10. # Marco

    È una vergogna..massima solidarietà con il padre..e sono sicuro che c’è una giustizia che va oltre le scartoffie di un tribunale ..dio vede e provvede …..

  11. # Amaranto

    Difficile dare giudizi, non conoscendo nel dettaglio gli elementi. Decisione comunque molto dolorosa.

  12. # gaetano

    La responsabilità civile sin come è stata presentata sinora dalle parti politiche è solo un metodo per intimidire giudici coraggiosi a non mettere sotto accusa i potenti di turno. I poveracci mai e poi mai avrebbero giustizia. Comunque già da adesso la legge prevede tre casi di giudizio e la ricusazione in casi particolari, non mettiamo altri bavagli all’ azione della magistratura che in questi ultimo anni è sotto attacco da parte di una classe politica corrotta come non mai.

  13. # franco

    Un giorno questo bimbo presenterà il conto alla madre, e sarà salato!
    Qualunque siano le mille ragioni, non si può privare un bimbo dell’affetto di un padre !

  14. # francesca

    Si permette anche ai due pazzi dell’acido di vedere quel povero figlio una volta a settimana, ma non ad un padre che certamente non si è macchiato delle stesse colpe della Levato e Boettcher.
    E’ una vergogna, non si dovrebbe mai allontanare i figli dai genitori a meno che non ci siano di mezzo fatti gravissimi.
    Questa è tutta colpa della legge ormai obsoleta,e anche un po’ delle mamme, perché non tutte sono ragionevoli e spesso ci godono a infierire sugli ex usando i figli come leva.

  15. # piratatirreno

    E questa sarebbe una decisione presa per il bene del bambino??
    Oppure la strada più breve, semplice e meno dispendiosa??
    VERGOGNA UN’ALTRA VOLTA.
    Il giudice ha deciso che il padre non potrà più vedere il figlio, ma si rende conto che praticamente ha vietato al bambino di vedere il padre? (hanno analizzato la questione anche da questo punto di vista?? che tra l’altro dovrebbe essere l’unico punto di vista da prendere in considerazione, ovvero il bene del bambino?).
    Complimenti anche alla mamma, che sicuramente ha fatto tutto questo per il bene di suo figlio; sicuramente adesso suo figlio vivrà molto meglio e più serenamente la propria vita sapendo che “finalmente” non potrà più vedere suo padre.

  16. # FABIO CURVA NORD SOLO PER LA MAGLIA

    ENNESIMO CASO DI MALALEGGE ITALIANA .. SOLIDALE AL 100 % CON IL BABBO VERGOGNA NEGARE IL BIMBO AL PADRE , PERO’ SCOMMETTO CHE IL MANTENIMENTO ALLA MAMMA C’E’ RIMASTO!!!! VERGOGNA!!!! SONO INC. NERO..LEGGE SCHIFOSA SOLO PRO DONNA VERGOGNA!!!!

  17. # Andrea

    Se il padre poteva vedere il figlio in un ambiente sorvegliato un motivo ci sarà, questo è ormai ovvio.
    Io sono un padre a cui hanno affidato il figlio, e la madre poteva vederlo solo tramite incontri protetti. Ammetto che tale procedura, per come viene preparata, svolta e le conclusioni sono molto deludenti, sia per la mamma, che x nostro figlio. Infatti gli incontri sono stati fermati per molti motivi di negligenza generale.
    Il punto comunque che deve far riflettete è che se un giudice dispone in ordinanza tali procedure di incontri, significa che dietro c’è stata una storia di violenze verso il minore.
    Il padre ha sbagliato ad esercitare il libero arbitrio, doveva rispettare l’ordinanza e sacrificarsi per il bene del figlio a tali decisioni, attendere e dimostrare di essere pentito di ciò che aveva fatto donando amore e attenzioni più appropriate al proprio figlio.
    Adesso vive di ricordi e si spalleggia tra centinaia di fan, che forse non conoscono la vera storia che ha portato un giudice a tale ordinanza. Se un giorno la madre dovesse rapire nostro figlio, credo che mi verrà un’infarto, la paura di certe violenze mi terrorrizza, anche se oggi nostro figlio è 1.80 e bello robusto… Forse la madre ci pensa due volte prima di ripetere ancora le violenze passate….
    Solidarietà per la madre per il suo dolore passato e presente.

  18. # strillozza

    per come la vedo io non si e’ impedito al babbo di vedere il figlio ma si e’ impedito al figlio di vedere il babbo

  19. # amaranto67

    parli cosi probabilmente perche tu puoi rimboccare a tuo figlio le coperte ogni sera… prova a metterti nei panni di quest uomo, immaginati la sua sofferenza e poi chiediti come avresti agito tu. Do per scontato che esistano motivazioni validissime per arrivare a una decisione tanto crudele tuttavia mi domando non tanto se sia lecito, quanto se sia inteligente disporre misure tanto drastiche, spero solo che questa intransigenza non partorisca conseguenze piu estreme di quelle che questa sentenza intende evitare .

  20. # Jessy

    Dio solo sa quanto hai ragione!!!
    Credimi il 90 % delle volte la colpa è dei nonni! A Livorno poi…..meglio non parlare, ne ho viste e me ne hanno raccontate da rabbrividire…..

  21. # Max

    Secondo me abbiamo impostato male la situazione . E vero che al padre viene negato di vedere il figlio ….ma la cosa più grave e’ che al BAMBINO GLI SI NEGA IL DIRITTO DI AVERE UNA RELAZIONE CON IL PADRE !!!!!!!!!! E’ lui , il BAMBINO LA VITTIMA PRINCIPALE DI QUESTA ASSURDA VICENDA . Fanno vedere , giustamente , i figli agli assassini in carcere ..per mantenere il rapporto ….e qui si nega ogni possibilità ci rapporto !!! Ecco ..qui ci vorrebbe una grande manifestazione di solidarietà !!!

  22. # orso

    Grande vittoria del nazifemminismo.

  23. # ugo

    mi sapreste indicare una categoria di lavoratori meno impunita dei magistrati?

  24. # Nedo1

    Hai ragione!! Conosco personalmente situazioni dove la madre, consigliata dall’avvocato donna e da qualche st….za delle associazioni per i diritti delle madri, hanno inventato storie clamorose per fare in modo di far passare nei guai l’ex matito e togliergli la custodia dei figli…..La cattiveria e il rancore di certe madri e delle suocere dopo la separazione non ha limiti, ti potrei raccontare una storia di un mio caro amico ma è troppo lunga, credimi le menzogne e le bugie costruite a tavolino dalla madre e dall’avvocato contro il mio amico ti gelerebbero il sangue nelle vene …fortunatamente sono state smascherate e a loro volta denunciate, ma sai quante invece riescono a farla franca????

  25. # FABIO CURVA NORD SOLO PER LA MAGLIA

    vergogna di nuovo piu’ ci penso e piu’ mi inc. e’ tutta la mattinata che mi ci immedesimo saranno contente le M A N T E N U T E di emme…VERGOGNA!!!!

  26. # valerio

    Ma perche’ tanta intransigenza solo in questi casi ? In un paese dove chiunque delinque , i potenti abusano del loro potere e nessuno viene condannato, ma perche’ a pagare davanti ad una legge inflessibile sono sempre in pochi ?

  27. # Metternick

    Nessuna “malagiustizia”
    il padre, risulta essere una persona
    con atteggiamenti (assai) violenti.
    Meglio “prevenire”, prima che sia troppo tardi!

  28. # gilla

    Uno dei pochi commenti sensati! Anch’io credo che ci sia qualcosa dietro che noi non possiamo sapere, non capisco come facciano tutti a schierarsi dalla parte del padre non conoscendo la vicenda nei particolari!

  29. # mino

    che vergogna! siamo tutti con te Alessandro!!!!

  30. # kristy

    Mi spiace, chi ci rimette sono sempre i figli.

  31. # fiorellino69

    Anche io la penso come te. La decisione é difficile, specialmente se riguarda rapporti affettivi. La lettera é toccante, certo, ma non conosciamo i particolari della decisione del giudice, ma mi viene da pensare che qualche motivo molto grave deve esserci. Mi spiace più che altro per il cucciolino innocente.

  32. # Ir mario

    Premetto che non conosco la vicenda.
    In genere, in queste situazioni, i nonni fanno peggio nella rovina della famiglia.

  33. # Pier

    Bravo Gilla, e’ facile commentare a caso senza sapere cosa c’è dietro. Evidentemente se gli incontri dovevano essere protetti da ben due anni, qualcosa di grave doveva essere successo, che la madre, anche per il bene futuro del figlio non ha nessuna intenzione di sbandierare ai quattro venti per poter avere l’approvazione del pubblico, come invece fa il padre anche su Fb , riferendo solo parte della situazione.

  34. # Pasquale

    anche grazie a questi provvedimenti ormai la fiducia nella giustizia e’ ai minimi termini. Però e non so se sarà possibile spegnete le luci su questa vicenda perché l’unico che ci rimette davvero e’ il bambino.

  35. # free76

    Purtroppo i bambini devono essere protetti anche da chi gli vuole bene ma che forse in quel momento non riesce a dargli la tranquillita che meritano ed è giusto che qst bambini vivano la loro infanzia nella quiete e non sui giornali …come qst babbo sta facendo …scrivi meno e segui più le regole e vedrai che farai il bene del bambino

  36. # free76

    I bambini devono essere protetti anche da chi gli vuole bene ma che in quel momento non riesce a fare il loro bene .consiglio al padre di fare meno pubblicità e stare più alle regole forse così farà il bene del figlio

  37. # anonimo

    Caro avv.to della madre credo Dott.ssa Bernardo, se Lei frequentasse di più il bambino si accorgerebbe che lo stesso in teoria è stato affidato alla madre in pratica al nonno che si distingue per affetto per il nipote e castelli di sabbia ma è sempre il nonno non aggiungo altro perché sconfinerei in commenti poco ortodossi.

  38. # francesca

    Queste vicende dovrebbero farci riflettere sul valore del matrimonio e di un figlio: La gente a volte (e non dico sia questo il caso) si sposa dopo poco,fa figli dopo pochi mesi insieme, e poi si ritrova coi coltelli fra i denti ad usare i figli come merce di scambio.

  39. # èvero

    E’ un padre che non ha capito che in questi casi vince solo chi ha dietro uno studio legale affermato e riconosciuto politicamente ! Così anche il giudice può diventare un’altro anello debole della catena.

  40. # massimo57

    È fantastico leggere tutti questi commenti senza conoscere esattamente la storia.a questo punto per cercare di capire si dovrebbero ascoltare le versioni dei due genitori, poi a quel punto possiamo anche esprimere dei pareri.
    Spero molto che il giudice abbia ascoltato anche il figlio

  41. # ivo

    Esorto questo sfortunatissimo padre a comportarsi sempre amorevolmente nei confronti di suo fglio, al di la delle sentenze e dei provvedimenti adottati dai magistrati che certamente non sono infallibili come ampiamente dimostrato dal caso Enzo Tortora e da moltissimi altri casi altrettanto dolorosi.

  42. # sgores

    QuiLivorno.it ha seguito con attenzione e sensibilità la vicenda, senza mai cadere in frasi fatte e d’effetto. Riportando la versione del padre. Una cosa più unica che rara. Grazie

  43. # Roger

    In nessuna parte della storia si parla di violenze sul figlio. Si parla sempre di problemi tra marito e moglie (mi sembra di ricordare che il relativo procedimento penale era finito in una assoluzione).
    La verità è che in generale basta una denuncia inventata da parte della madre per violenza nei suoi confronti per far partire un tritacarne da cui i padri non possono scappare e che anche in caso venga fuori la verità uscire dal ginepraio dei servizi sociali è un miracolo, perchè non è bello dire “scusi tanto, negli ultimi anni abbiamo sbagliato a non farle vedere il figlio”. Spero a me non capiti mai…

  44. # silver

    VERO VERO VERO VERO

I commenti sono chiusi.