Aperta la mostra in Camera di Commercio con foto e documenti inediti

Mediagallery

di Filippo Ciapini

Dal 20 novembre al 1° dicembre in Camera di Commercio si potrà assistere ad una mostra sui bombardamenti e sulle imprese livornesi durante la Seconda Guerra Mondiale e la “ricostruzione industriale” post bellica (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere le immagini all’interno della gallery). In esposizione fotografie e documenti inediti tratti dal fondo “Danni di guerra” dell’archivio storico camerale. Nel pomeriggio di venerdì 20 novembre la conferenza di apertura della mostra intitolata “Tra le bombe e il boom: Fotografie e documenti inediti di imprese distrutte e ricostruite (1943-1953)” . Una mostra che ha lo scopo non solo di offrire un’ampia panoramica sugli effetti distruttivi che la città di Livorno ha subito, ma che vuole sottolineare e rendere omaggio a coloro i quali hanno svolto un lavoro sotterraneo, ma fondamentale: i piccoli e i medi imprenditori e la Camera di Commercio. “Mi sembrava doveroso tributare il merito a questi capitani, coraggiosi, d’industria, che, anche se sono sconosciuti ai più, hanno favorito la ricostruzione della città di Livorno prima dell’avvento dei grandi industriali”.
Così Filippo Lenzi, curatore della mostra, ha aperto la conferenza. “Come ben sappiamo, Livorno  è stata una delle città maggiormente colpite – continua Gianluca Della Maggiore, ricercatore Istoreco – solamente l’8% degli edifici è rimasto illeso e, grazie alla Camera di Commercio, che si è occupata di trovare un accordo tra i vari organi economici, siamo riusciti ad arginare una gestione economicamente sbagliata da parte degli alleati.
“Dobbiamo mostrare queste foto non solo ai bambini, ma anche a coloro che hanno perso il senso del sacrificio e del lavoro”, ha concluso Sergio Costalli, presidente della Camera di Commercio.
La mostra è visitabile fino al 1° dicembre da lunedì al venerdì ore 9-13, il martedì e il giovedì sarà possibile visitarla anche di pomeriggio dalle ore 15-17.

Riproduzione riservata ©

Photogallery