Al Caprilli picnic, giochi e shopping. Ingresso gratuito

Lunedì 6 aprile, ingresso gratuito. Briguglio: "Una opportunità di svago e divertimento per grandi e piccini in un luogo che appartiene alla tradizione più intima della nostra città"

Mediagallery

A pasquetta il picnic si fa al Caprilli! Fiera promozionale, stands gastronomici, laboratori per bambini, gonfiabili ed un pony per provare a far cavalcare i piu’ piccoli. Questo e molto altro al Caprilli lunedì 6 aprile e tutto ad ingresso gratuito. L’evento, intitolato appunto “Picnic all’Ippodromo”, è stato pensato per rendere fruibile questo splendido luogo a tutti, grandi e piccini, e per unire in un unico appuntamento shopping, degustazioni enogastronomiche e laboratori per bambini.
Il Caprilli, aprirà i suoi battenti dalle 8 di mattina e resterà aperto fino alle 20 per festeggiare la giornata di festa all’insegna del verde dei suoi alberi e del divertimento, dando a tutti coloro che lo desiderano un modo diverso di vivere uno dei luoghi più caratteristici e noti della città. Si tratterà di una manifestazione fatta non solo per offrire un’occasione in più di shopping grazie alla presenza di numerosi banchi del mercato con le più svariate tipologie di prodotti ma anche una pura occasione di divertimento per i più piccoli ai quali si è pensato di offrire davvero le più diverse opzioni di attività: dai laboratori creativi (pasta di sale e canto) ai gonfiabili, dalla possibilità di farsi un giro sul pony alle bolle di sapone giganti fino anche alla dimostrazione di aereomodellismo.
“Questa iniziativa, organizzata dal Caprilli con la nostra collaborazione, rappresenta un momento di grande importanza – ha dichiarato il Presidente Provinciale Anva, Associazione Nazionale Commercianti su Aree Pubbliche, Andrea Briguglio – non solo perché da la possibilità ai nostri clienti, abituali e non, di poterci visitare con calma anche nel giorno di festa ma soprattutto perché offre una opportunità di svago e divertimento per grandi e piccini in un luogo che appartiene alla tradizione più intima della nostra città”.

Riproduzione riservata ©