Mister Di Carlo, Ceccherini e Piccini da Scardigli per la Kia Soul: “Abbiamo bisogno del sostegno dei tifosi”

Mediagallery

La Concessionaria Kia Scardigli in via Firenze, da anni importante partner di Gsport e del Livorno Calcio, ha presentato il 17 aprile la nuova Kia Soul. Presenti al lancio del Cross Over 1.600 – disponibile a benzina, diesel e gpl, sette anni di garanzia e full optional di serie tutti da scoprire fra cui un volante che si adatta al proprio stile di guida e un impianto stereo dotato di otto altoparlanti – l’allenatore del Livorno, Mimmo Di Carlo, e i giocatori Piccini e Ceccherini.
L’occasione, non prima di aver concesso il mister e i due difensori agli scatti dei fotografi accorsi in massa per l’evento, è stata utile per parlare del momento della squadra in vista del delicato match contro il Milan a San Siro. Dopo alcune foto davanti alla vettura i due difensori hanno parlato del campionato: “Ancora non è detta l’ultima parola nella lotta per non retrocedere – ha commentato Piccini – i tifosi ci devono stare vicini perché possiamo ancora salvarci. A San Siro dobbiamo cercare in tutti i modi possibili di fare risultato perché il Bologna dovrà vedersela con la Juventus. L’approccio con il Chievo è stato giusto: siamo passati subito in vantaggio, ma l’immediato pareggio e soprattutto il 3-2 sul finire di primo tempo ci hanno tagliato le gambe. Nella ripresa il rigore ha fatto il resto. A livello mentale non siamo stati più in grado di reagire”. Il difensore tuttavia è stato tra i migliori in campo: “Penso di aver fatto una buona partita, dispiace per il risultato. Quest’anno non ho avuto molte chance di mettermi in mostra, ma il mio compito è quello di farmi sempre trovare pronto”.
Anche Ceccherini crede che la salvezza sia ancora possibile: “A Milano sappiamo che non sarà facile, ma dobbiamo provarci. Bisogna scendere in campo combattendo dal primo all’ultimo minuto perché l’occasione di rifarsi è proprio dietro l’angolo. Con il Chievo pensavamo che dopo il primo gol la partita fosse in discesa come contro il Sassuolo, invece sappiamo tutti com’è andata a finire. Ora dobbiamo rialzarci subito e guardare avanti”,

Riproduzione riservata ©