Isabella Staino, mostra a Villa Fabbricotti

informazione pubblicitaria. La mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.20 e il sabato dalle 8.30 alle 13.20. Chiusura 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio. Ingresso gratuito.

Mediagallery

La pittrice Isabella Staino, già presente nella collettiva Ars In Fabula, e nella presentazione del volume “Isabella e l’ombra” scritto per lei da Antonio Tabucchi ed edito dalla Vittoria Iguazu Editora, torna nella sede di Villa Fabbricotti con una mostra personale di 35 opere della sua produzione più recente, grandi tele e piccoli dipinti su carta. I gesti semplici abitano il tempo, ma da esso vogliono evadere, attraendo in ambientazioni sceniche, oltre sipari da aprire per rimanere incantati: boschi autunnali, misteriose stanze, spazi aperti su un altrove di memoria o di sogno.
L’invito è ad ammirare il dettaglio, perché, come nella realtà l’occhio è attratto dal particolare, così la pittura sceglie un motivo su un tessuto o un pavimento, l’arabesco di un tatuaggio, una carta da gioco o un fiore, per farci guardare diversamente un mondo che è anche nostro. Isabella ci accompagna in questa narrazione, con la minuzia grafica delle forme, e nello stesso tempo con le ombre e i colori di una tavolozza decisa, dove gli ocra, le terre, gli aranci scaldano tele di dimensioni spesso notevoli, su fondali di celesti e verdi luminosi, come in “Due tempi”, olio e acrilico di 200×150 o “Interno”, olio, acrilico, cera e carta di 200×180. La stessa intensità e visionarietà si ritrova, in una concentrazione miniaturistica, nelle opere su carta.
La mostra chiude la serie di iniziative ideate dalla coop. Itinera e dedicate alle arti che per tutto il 2015 ha promosso la Biblioteca Labronica come polo di cultura cittadino a 360 gradi, intendendo la sede di Villa Fabbricotti non solo luogo di fruizione della pubblica lettura, ma anche e soprattutto fucina per la coniugazione di essa con la pittura, la fotografia, il cinema e il teatro, a dimostrazione di come la conoscenza passi attraverso più vie, in un circuito di parole e immagini da cui possiamo apprendere in qualsiasi momento. L’inaugurazione della mostra sarà accompagnata dalla voce di Niki Mazziotta e dall’intervento teatrale di Ida Ricci, Nadine Sophie Krause e Carlo Salvador.

La mostra –  Isabella Staino, Il mistero dei gesti semplici. Biblioteca Labronica F. D. Guerrazzi, Villa Fabbricotti, V.le della Libertà, 30 Livorno, 12 dicembre 2015 – 16 gennaio 2016 sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.20 e il sabato dalle 8.30 alle 13.20. Chiusura 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio. Ingresso gratuito.

“Il mistero dei gesti semplici è svelato dall’arte. L’arte a sua volta è svelata da chi guarda e vi riconosce qualcosa di se stesso, ogni volta e per sempre”.

Per ulteriori informazioni:

Biblioteca Labronica 0586 – 82.45.11

[email protected]  www.comune.livorno.it  www.isabellastaino.com

informazione pubblicitaria

Riproduzione riservata ©