Continua la rinascita di Porta a Mare: al via i lavori su Officine Storiche

Intanto Autorità Portuale ha avviato gli scavi del canale artificiale che collegherà il porto turistico con la passeggiata della Bellana

Mediagallery

Nei primissimi mesi del 2015 saranno avviati i cantieri del comparto “Officine Storiche” di Porta a Mare. La decisione è stata deliberata dal Consiglio di Amministrazione di IGD – Immobiliare Grande Distribuzione Siiq SpA che nella sua seduta del 18 dicembre scorso ha approvato l’investimento della controllata Porta Medicea Srl, proprietaria delle aree ex Cantieri Orlando. L’apertura del nuovo comparto dovrà avvenire entro il primo semestre 2017.
Il nuovo investimento, che si abbina al complesso Mazzini, già ultimato ed attivo, comporterà fra l’altro la riqualificazione dei capannoni industriali degli ex Cantieri Navali Orlando, all’interno dei quali sarà creato un ampio ambiente ricettivo destinato ad accogliere importanti e qualificati servizi alla persona (fitness, tempo libero, ristorazione, etc) oltre al completamento delle offerte commerciali e di servizi già presenti in Mazzini.
Nel darne la notizia, il Presidente di IGD Siiq, Gilberto Coffari, ha sottolineato “come anche attraverso questo nuovo intervento, IGD Siiq creerà importanti opportunità di lavoro per Livorno in un momento in cui la città sta attraversando un periodo particolarmente difficile sotto l’aspetto occupazionale. Già dalla fase costruttiva le opportunità di lavoro si assesteranno attorno alle 300/350 persone direttamente impegnate in cantiere e nelle forniture connesse alle attività costruttive. L’occupazione diverrà poi stabile dal momento in cui la struttura sarà stata completata e nuovi posti di lavoro saranno creati sia in connessione con le attività economiche che vi si insedieranno che con i servizi (manutenzione, pulizia, vigilanza, etc) che un complesso così grande ed importante richiederà”.
Nel frattempo, Autorità Portuale ha avviato gli scavi del canale artificiale situato tra Mazzini ed Officine Storiche e che collegherà i bacini del futuro porto turistico con la passeggiata della Bellana. Il canale sarà attraversabile su tre ponti e le due passeggiate che si svilupperanno al suo contorno potranno finalmente diventare luogo di incontro, relax, ristorazione, vita sociale a beneficio dell’intera città.
Il Presidente Coffari ha infine tenuto a sottolineare che “pur in presenza di diritti edificatori pienamente validi sulle aree di proprietà relative al progetto Porta a Mare e in particolare per quanto riguarda le aree Lips, Arsenale e Molo vi è la disponibilità a considerare idee e proposte di qualificazione provenienti dalla nuova Amministrazione. Tali proposte – prosegue Coffari – devono comunque potere essere condivise in tempi brevi al fine di non caricare di ulteriori ritardi il completamento del progetto”.

Riproduzione riservata ©