“Laboratori in scena” in Goldonetta

Mediagallery

Sabato 6 giugno, alle  21.30 in Goldonetta, si conclude con uno spettacolo corale che vede protagonisti tutti i corsi della Bottega d’Arte del Teatro Goldoni, la rassegna “Laboratori in scena”.

Titolo dello spettacolo Storie di altri (oltre la collina) libero adattamento in forma di studio. La storia parla della piccola comunità di Spoon River, ormai ferma in un cimitero da cento anni, costretta a raccontare la propria vita ogni giorno davanti a un orologio che segna sempre la stessa ora. Inferno, Purgatorio? O forse solo un diversivo che dura da un secolo, creato da una mano invisibile. Il meccanismo sempre uguale dei personaggi viene travolto dall’irruzione di un gruppo di giovani guerriglieri, appena uccisi sul campo di battaglia di un paese lontano e non ben definito. L’arrivo di nuovi personaggi, per il momento ancora all’oscuro della loro morte, a Spoon River fa nascere l’eterna diatriba se accettare o meno degli stranieri nel proprio territorio. Saranno gli stessi racconti degli abitanti del cimitero ad aprire gli occhi ai giovani sulla loro condizione e a far nascere un nuovo legame, più profondo e pieno di quella pietas che spesso l’uomo rischia di dimenticare nel corso della propria esistenza. Due storie a confronto, che si incontrano in uno spazio- tempo dove la vita e la morte si riconoscono in linguaggi diversi che affrontano i temi di sempre: la libertà, la fratellanza, la trasgressione, la diffidenza, permettendo a quaranta personaggi di vivere l’uno del respiro dell’altro.

“Da qualche tempo, ormai, mi accarezzava l’idea di far vivere ai miei allievi una nuova esperienza di fine anno – spiega Paola Martelli – un lavoro che vedesse in scena tutti i corsi, giovani, adulti e musical, riuniti in un’unica esperienza teatrale. Un paio di anni fa, tra una chiacchierata e l’altra con la mia amica, nonché preziosa collega Niki Mazziotta, era venuta fuori l’idea di prendere spunto dall’Antologia di Spoon River per creare un lavoro teatrale che potesse parlare della società di Lee Masters e di quella di oggi. Un lavoro che riuscisse a mettere in evidenza come certe mancanze, difetti e meschinità dell’animo umano rimangano le stesse nel corso dei secoli, così come l’empatia e la fratellanza, anche queste preziose componenti dell’umanità stessa. Il lavoro di ricerca e di scrittura è stato intrapreso da Niki Mazziotta e Veronica Galletta (finalista al concorso letterario Calvino 2015), un lavoro a quattro mani che ha messo a confronto due società, due generazioni, due secoli diversi e tante problematiche identiche.

Con Rossella Caciagli, Francesca Bonicoli, Francesca Vuat, Chiara Vaiani, Alfredo Salvatori, Giovanni Bernardini, Leonardo Lubrani, Michela Bientinesi, Mariarosaria Pannicelli, Niki Mazziotta, Sandy Buscarino, Elisabetta Traghetti, Francesca Ferrara, Cristina del Moro, Martina Ricci, Tiziana de Felice, Arianna Barzocchini, Paola Catastini, Antonella Sartini. Giovani: Ilaria Morioni, Maria Laura Sciara, Martina Cesarini, Beatrice Mangoni, Giordana Franceschi, Matteo Marrucai, Filippo Melani, Celeste Bartolini, Martina Riso, Virginia Dini Eleonora Monelli; Musical: Filippo Sassano, Federico Menici, Carolina Longone, Valentina Nieri, Chiara Tamburi, Claudia Perossidi, Caterina Barsotti

Regia di Paola Martelli Libero adattamento in forma di studio Tratto da: ” Storie di altri (oltre la collina)” di Veronica Galletta e Niki Mazziotta liberamente tratto da “Spoon River” di Edgar Lee Masters. Preparazione vocale di Niki Mazziotta.

CONSEGNA BORSA DI STUDIO ANNA CIUCCI

Giunti alla quarta occasione di assegnazione della Borsa di Studio, si registra un bilancio nettamente positivo dell’iniziativa, particolarmente apprezzata dagli allievi dei Laboratori del Teatro Goldoni i quali riconoscono nel premio la dote di una appassionata protagonista del fermento culturale dal dopoguerra nella nostra città e che, con mirabile sintesi, fu definita “La signora del teatro” .  Anna Ciucci è stata nota ed emerita interprete di testi teatrali importanti e nelle letture di opere dei massimi poeti e scrittori, del periodo classico e contemporaneo; dedicando altresì una particolare attenzione al mondo della didattica. Di qui il desiderio della famiglia dell’attrice scomparsa, di proseguire idealmente, attraverso la Borsa di Studio indetta, quel dialogo che Anna coltivò in grande dedizione con giovani generazioni e studenti appassionati di arte del palcoscenico e dello spettacolo.
Biglietti: 5€  biglietteria aperta con orario  17/20 0586.204290  Info 0586.204244

Riproduzione riservata ©