‘La Romanina’ sul palco. Venerdì alla Goldonetta

Mediagallery

Celebrare e festeggiare ogni tipo di amore, attraverso un invito a superare pregiudizi e paure nei confronti del “diverso”: è quanto si propone Livorno Rainbow – Coordinamento LGBTQI (sigla che sta per Lesbico Gay Bisex Transessuale Queer Intersessuale) che nell’ambito dell’edizione livornese della Festa della Toscana 2015 ha promosso nel weekend di San Valentino una serie di eventi tra i quali spicca lo spettacolo “La Romanina”, in programma venerdì 13 Febbraio, alle ore 21 alla Goldonetta.

Scritto da Anna Meacci e Luca Scarlini, interpretato dalla stessa Anna Meacci con la regia di Giovanni Guerrieri, “La Romanina” racconta la storia di Romina Cecconi, della sua lotta per il diritto all’identità sessuale: tra le prime in Italia a cambiare sesso, Romina è stata testimone negli anni ’60 del secolo scorso di un segno importante di un costume che cambiava e di cui fu clamorosamente protagonista. Nel 1975 riassunse nel libro “Io la Romanina” le ragioni della sua scelta e le peripezie di un percorso che, per quanto accidentato, viene narrato sempre con piglio deciso e con un humour tagliente che non indietreggia di fronte alle prevaricazioni di una legge che la volle prima nel carcere maschile e poi in quello femminile.

L’attrice Anna Meacci, che ha al suo attivo numerosi interventi sulle storture della normalità e sulle apparenti follie del vivere sociale, ripercorre questa vicenda, tra ironia e pietas, raccontando allo stesso tempo un pezzo di storia del Belpaese e delle sue numerose contraddizioni.

Ispirato all’autobiografia della protagonista, ne è nato uno spettacolo tenero e pieno di speranze libertarie, e che ha visto il Teatro Goldoni condividere e partecipare al progetto della sua realizzazione insieme all’Associazione Culturale Fuori Corso, Teatro della Limonaia, Armunia Festival Costa degli Etruschi in collaborazione con Fondazione Sipario Toscana Onlus e  Teatro Goldoni Livorno.

Per l’occasione, nel foyer della Goldonetta sarà allestita la mostra su Romina Cecconi: “Ero Romano, diventai Romina e l’Italia mi mandò al confino”. Attraverso un’esposizione fotografica, si potranno ripercorrere tutte le fasi del suo percorso da quando negli anni ’60 decise di cambiare sesso, le sue battaglie politiche con i Radicali fino alla sua piena realizzazione come donna.

Biglietti per lo spettacolo: intero € 15 – ridotto € 12 in vendita presso il botteghino del Teatro Goldoni ed online sul sito www.goldoniteatro.it, www.boxol.it e nel circuito Box Office.

La biglietteria (tel. 0586 204205) è aperta dal martedì al sabato con orari o17-20.

Le riduzioni sono praticate ai giovani sotto i 30 anni ed agli over 60.

Riproduzione riservata ©