Il mito della “maglia nera” alla Goldonetta

Mediagallery

Saranno Franco Bitossi e Francesco Moser, i due straordinari campioni che tra gli anni ’60 e ’80 hanno contribuito a scrivere tante pagine della storia del ciclismo in Italia e nel mondo, i testimonial d’eccezione de  “La leggenda della Maglia nera”, la performance teatrale attesa sabato 28 marzo alle ore 18 al Teatro La Goldonetta di Livorno, interamente dedicata all’arte delle due ruote. Una narrazione curata dall’Associazione di cultura teatrale “Lo Stanzone delle Apparizioni” in collaborazione con il Teatro Goldoni che si svilupperà da un originalissimo punto di vista: le “eroiche” imprese di Luigi Malabrocca, famosa “Maglia nera” del ciclismo italiano del dopoguerra.

L’iniziativa, inserita nell’importante ciclo di attività sportive, sociali e culturali che costituiscono l’edizione 2015 dell’Etrusca Ciclostorica (Livorno sabato 28 e domenica 29 marzo), consentirà così di conoscere un personaggio del tutto singolare, che incarnò alla perfezione l’immagine dell’eroe perdente: Malabrocca arrivò ultimo nel Giro d’Italia del ‘46 a quattro ore da Bartali, ultimo nel Giro del ‘47 a quasi sei ore da Coppi e venne “battuto” nel ‘49 solo da Carollo dopo una storica battaglia per arrivare… ultimi.

Nato  a Tortona, negli stessi anni e nelle stesse terre di Fausto Coppi, era soprannominato “Il Cinese” perché aveva gli occhi un po’ a mandorla come Costante Girardengo e come i due Campionissimi, Malabrocca divenne un ciclista perché aveva fame. Anche lui è stato un Campionissimo ma le sue non erano corse normali, erano corse al contrario. Lui correva per arrivare ultimo. E’ stato il Campionissimo degli ultimi ed attraverso la brillante ed incalzante narrazione dei bravi Massimo Poggio, Gualtiero Burzi e Matteo Marsan, attori stabili della Compagnia dello Stanzone delle Apparizioni, sarà possibile ripercorrere idealmente il mito del ciclismo, percependone gli sforzi, gli impegni e la passione allo stato puro. Correre per il piacere di farlo, inseguendo lo spirito più autentico della bicicletta: una storia tutta da scoprire che bene si inserisce nello spirito dell’Etrusca Ciclostorica, una manifestazione di primaria importanza nel panoramica delle ciclostoriche Europee e che troverà in Massimo Poggio, grande appassionato di ciclismo fin da bambino, un suo ideale interprete.

Massimo Poggio, considerato uno dei più grandi attori italiani della sua generazione si divide tra teatro, cinema e televisione, prestando il suo volto e la sua interpretazione in serie di successo tra le quali Distretto di Polizia, La squadra, Carabinieri, I Liceali; sul grande schermo tra gli altri è stato diretto da Ferzan Ozpetek. Come lui, anche Gualtieri Burzi si è diplomato  attore alla Scuola del Teatro Stabile di Torino diretta da Luca Ronconi ed è stato impegnato nelle produzioni di diversi Teatri Stabili e produzioni tv. Matteo Marsan, fondatore della Compagnia, è Direttore artistico del Chianti Festival, collaboratore di David Riondino nell’Accademia dell’Ottava e direttore del Teatro Alfieri di Castelnuovo Berardenga; ha sviluppato da anni una profonda ricerca sull’utilizzo della voce e la capacità espressiva della narrazione teatrale.

I biglietti per assistere a “La leggenda della Maglia nera” sono in vendita presso il botteghino del Teatro Goldoni (tel. 0586 204290) dal martedì al sabato con orario 17-20; posto unico € 12 (non sono previste riduzioni).

 

 

Riproduzione riservata ©