Guida all’ascolto al Goldoni

Per meglio apprezzare e conoscere i vari momenti del concerto del 6 aprile, il Goldoni invita gli spettatori a partecipare alla "Guida all’ascolto" prevista per lunedì 4 aprile, alle 17

Mediagallery

Se il Concerto op.61 di Ludwig van Beethoven è considerato uno dei più bei concerti per violino ed orchestra mai scritti ed è regolarmente eseguito nei teatri e nelle sale da concerto di tutto il mondo, meno conosciute forse ma dal grandissimo fascino sono le opere del compositore finlandese Jean Sibelius, autori entrambi scelti dal direttore texano Robert Trevino per il prossimo concerto della stagione che lo vedrà protagonista al Teatro Goldoni alla guida dell’Orchestra della Toscana il prossimo 6 aprile. Per meglio apprezzare e conoscere i vari momenti in cui si articolerà la serata, che prevede dopo l’apertura nel segno del genio musicale di Beethoven, la classicheggiante Sinfonia n.3 op.52 e l’epica e patriottica saga finnica Lemminkäinen’s return, n.4 op.22 di Sibelius, il Goldoni invita gli spettatori e gli appassionati a partecipare alla “Guida all’ascolto” prevista per lunedì 4 aprile, alle 17 nella Sala Mascagni del teatro.
Come di consueto, numerosi saranno gli ascolti, gli esempi musicali, le annotazioni biografiche sugli autori ed il loro tempo, che il maestro Daniele Salvini condividerà con il pubblico con l’ausilio di video ed ascolti tratti da esecuzioni celebri dei brani in programma. Nel concerto, il maestro Trevino considerato uno dei migliori direttori d’orchestra americani, incontrerà il violinista russo Dmitri Makhtin, quarantenne pluripremiato artista già applaudito sui palcoscenici di tutto il mondo. La partecipazione alla Guida all’ascolto è ad ingresso libero.
Tutte le informazioni su www.goldoniteatro.it.

Riproduzione riservata ©