Classica con gusto alla Goldonetta

Mediagallery

Si preannuncia quanto mai suggestivo il programma del nuovo concerto della Stagione di Musica da Camera “Classica con gusto” della Fondazione Goldoni in collaborazione con Menicagli Pianoforti ed il M° Carlo Palese, atteso oggi, martedì 11 marzo, alle ore 21 alla Goldonetta. Protagonisti sul palcoscenico tre musicisti di assoluto valore che da tempo costituiscono una formazione stabile quali il violista Alberto Bologni, il pianista Fabrizio Giovannelli ed il clarinettista Remo Pieri, tutti artisti acclamati nelle maggiori sale da concerto e festival italiani ed internazionali. Saranno loro ad offrire al pubblico due stupefacenti capolavori che racchiudono meraviglie ritmiche ed armoniche al di sopra le quali aleggia costante lo spirito della musica popolare: è il caso della splendida opera “Contrasti” del compositore ungherese Béla Bartok, che già dal titolo simboleggia la diversità dei tre strumenti impiegati, e che per la prima ed unica volta nella sua musica da camera include anche uno strumento a fiato con risultati sorprendenti. A questa si unirà la meravigliosa Suite da “L’Histoire du Soldat” di Igor Stravinskij articolata attraverso i movimenti “La marcia del Soldato / Il Violino del Soldato / Piccolo Concerto/ Tre danze: Tango, Valzer, Ragtime / Danza del Diavolo”. In apertura saranno proposte all’ascolto due perle musicali ottocentesche: “Paul et Virginie” di Amilcare Ponchielli, che fu autore di melodrammi come “La Gioconda” con la celeberrima “Danza delle ore” e che ebbe per allievi in conservatorio a Milano musicisti come Pietro Mascagni e Giacomo Puccini e la trascinante “Fantasia sul Tannhauser di Wagner”, un ulteriore omaggio al grande compositore di Lipsia di cui nel 2013 è ricorso il bicentenario della nascita. Fedele alla formula di “Classica con Gusto”, Carlo Palese presenterà e dialogherà con i musicisti prima dell’inizio del concerto, mentre al termine è previsto un buffet offerto dagli organizzatori.
Biglietti ancora disponibili presso il botteghino del Teatro Goldoni (tel. 0586 204290) dal martedì al sabato con orario 17-20; posto unico numerato €.10 Tutte le informazioni su www.goldoniteatro.it

Chi sono i protagonisti del concerto.
Alberto Bologni, suona un violino Santo Serafino datato Venezia 1734. Diplomatosi al Conservatorio di Firenze con il massimo dei voti e la lode, ha conseguito il diploma di solista al Conservatorio di Rotterdam ed ha studiato quartetto con Piero Farulli all’ Accademia Chigiana di Siena. E’ stato premiato ai concorsi Viotti, Spohr e dopo aver ricevuto a Firenze il premio “Leonardo da Vinci” nel 1979 ha iniziato una carriera concertistica intensa e multiforme, costellata di calorosissimi successi di pubblico e di critica.
Fabrizio Giovannelli si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti e la lode all’Istituto Musicale “L. Boccherini” di Lucca. Vincitore di numerosi premi, ha tenuto concerti per Stagioni e Festival internazionali nelle maggiori città italiane, partecipando anche ad importanti “prime esecuzioni”. Interessato a forme di spettacolo inconsuete, nel 2013, ha ideato e realizzato lo spettacolo Verdi e Wagner….ma scusate, in che senso?
Remo Pieri diplomatosi all’Istituto Musicale “L. Boccherini” di Lucca, è stato premiato due volte al concorso internazionale di Stresa. Ha iniziato giovanissimo una carriera che progressivamente lo ha portato a suonare in molte delle più importanti sale da concerto in Italia ed all’estero, con numerose collaborazioni con importanti orchestre e formazioni cameristiche.

 

Riproduzione riservata ©