Cinema in Goldonetta. Ecco “Gosford Park”

Mediagallery

La rassegna “Cinema in Goldonetta” rinnova il suo periodico appuntamento con il tema della Commedia dell’Arte, lunedì 9 marzo alle ore 21, proponendo una pellicola che ripercorre il complicato e comico rapporto tra servitori e padroni, trasportandolo nell’Inghilterra degli anni ’30 in un giallo avviluppato da una forte dose di “sense of humor” di stampo britannico.

Gosford Park di Robert Altman gioca infatti su una sceneggiatura originale che mima un’elegante pièce teatrale. Come già accennato risaliremo alle origini dell’espediente del rapporto servo-padrone che i commediografi hanno utilizzato con frequenza. Nella commedia dell’Arte alcune maschere non possono prescindere da questo dualismo, che si propone nelle diverse sfaccettature; Arlecchino rappresenta il servo fedele anche se ingenuo, Brighella invece nel rapporto con il suo padrone sfoggia un carattere opportunista, privo di lealtà e senso dell’altruismo. Troppo pigro per lavorare sa istintivamente dove c’è un ricco da imbrogliare. Scopriremo dunque queste diversità comportamentali che regolano il rapporto tra servitori e padroni attraverso una commedia che si tinge di giallo, dove Altman si butta tra i suoi personaggi, li aggancia, li pedina, li costringe a rivelare, quasi sempre, il peggio di loro stessi. Altman espone, con la freschezza di un cinico e acuto giovanotto, la dura realtà del confronto di classe, vista dalla prospettiva del ceto più basso, una servitù che dietro le impeccabili divise cela le ferite e i tormenti di un’umanità reietta. Ecco allora che gli Zanni, gli Arlecchini, i Brighella, le Colombine e i Pulcinella vengono trasferiti nella classista Gran Bretagna degli anni ’30 in tutte le loro sfumature di carattere e le loro rivalse. Chiuso nell’unità di luogo (la villa) e di tempo (due giorni), Gosford Park rivela una faccia, un tradimento, un vizio, una simpatia,  tesse la tela di un universo che pare intrappolato in se stesso. Lo stesso universo che imprigionava Arlecchino, Colombina e i padri padroni che ne determinavano le loro azioni comiche di rivalsa.

Ingresso riservato ai Soci

Associazione Amici Teatro Goldoni e Associazione Amici del Cinema “La Goldonetta”.  Le iscrizioni si ricevono direttamente in Goldonetta la sera della proiezione oppure alla sede degli Amici del Teatro presso il negozio Antichità “Il Quadrifoglio” via Mayer 66.
Costi iscrizione: tessera Amici Teatro € 30, validità annuale tessera Associazione Amici del Cinema “La Goldonetta”: € 20, validità annuale Info: 0586.20.42.05/237  [email protected]

Riproduzione riservata ©