Stagione remiera al via con il Trofeo Liberazione

Mediagallery

di Annalisa Castagnoli

“Lo sport è un veicolo di conoscenza importante per i giovani. È giusto investire su di esso e salvaguardarne la memoria per le nuove generazioni, perché il futuro è dei giovani!”. Così Spartaco Geppetti (Presidente ANPPIA) ha introdotto la conferenza stampa per il sorteggio della II edizione del Trofeo della Liberazione che si svolgerà lunedì 25 aprile in Darsena Nuova, in occasione del 71° anniversario della Liberazione Nazionale. Una manifestazione che per il secondo anno consecutivo è stata organizzata dalla Cantina Labrone e ANPI, ANPPIA, ANEI e ANED.

I trofei per i vincitori della gara remiera saranno dedicati a cittadini livornesi decorati di Medaglia d’oro, a partigiani e antifascisti e saranno ogni anno diversi. I premi assegnati agli equipaggiamenti femminili, ad esempio, verranno dedicati alla partigiana Osmana Benetti Benifei – ricevente della Livornina e scomparsa lo scorso febbraio solo nove mesi dopo la morte del marito Garibaldo, al quale fu dedicata la I edizione del Trofeo – e a Frida Misul, livornese reduce dall’olocausto.

La gara remiera a cronometro si svolgerà in 3 parti: i gozzetti a 4 giovanili e femminili, con un percorso di 900 metri e i gozzi a 10 remi con un percorso di 1.400 metri.

Il programma

Si comincia alle 16.00 con i gozzetti giovanili:

–          Ore 16.00 rione Salviano

–          16.07 rione San Marco – Pontino

–          16.15 rione Venezia

–          16.22 rione San Jacopo.

A seguire le gozzette femminili:

–          Ore 16.40 rione Labrone

–          16.50 rione Borgo

E infine, a concludere la manifestazione, gli 8 gozzi a 10 remi:

–          Ore 17.30 rione Borgo

–          17.37 rione Labrone

–          17.45 rione Venezia

–          17.52 rione Benci centro

–          18.00 rione Ardenza

–          18.07 rione Salviano

–          18.15 rione Pontino

–          18.22 rione San Jacopo.

Quest’anno, nella sezione giovani i rioni Pontino e Venezia hanno a disposizione un doppio equipaggio. Il regolamento però prevede la possibilità di gareggiare per un solo gozzetto, così è stato stilato un accordo ad hoc secondo il quale i secondi equipaggiamenti potranno partecipare all’interno della manifestazione ma “fuori gara”, al termine delle gozzette femminili.

 

 

Riproduzione riservata ©