Stadio, stanziato un milione per il nuovo look del Picchi. Tutti gli interventi

I lavori sono necessari per la sicurezza e l’ordine pubblico e per una migliore fruibilità dell’impianto da parte degli spettatori

Mediagallery

Prosegue l’impegno dell’amministrazione comunale per adeguare lo stadio agli standard della serie A. Si tratta di interventi di manutenzione straordinaria, ristrutturazione e risanamento conservativo, alcuni da eseguire secondo i criteri previsti dalla normativa specifica per la sicurezza e l’ordine pubblico, altri in base alle indicazioni e alle prescrizioni della Lega Calcio, anche per una migliore fruibilità dell’evento sportivo e spettacolare da parte dello spettatore.
Gli interventi necessari erano stati immediatamente programmati subito dopo la promozione del Livorno in Serie A. Alcune opere “indifferibili”, vista l’urgenza, sono già state eseguite nel corso della scorsa estate direttamente dal Livorno Calcio per conto del Comune, anticipando le spese a compensazione del canone che viene versato all’Amministrazione.
Adesso la Giunta Comunale, nella sua ultima seduta, ha approvato altri progetti definitivi, presentati dall’assessore allo sport Maurizio Bettini, che completano il quadro degli interventi ritenuti indispensabili, e che saranno portati a compimento nei prossimi mesi. Lo sforzo economico che l’Amministrazione comunale sta sostenendo per il “Picchi” è notevole. Complessivamente, considerando anche le spese per l’adeguamento dei servizi igienici del settore arbitri sostenute quest’estate, e altri interventi minori che sono in fase di progettazione, le risorse impegnate ammontano a oltre un milione e 100mila euro.

Nuova illuminazione
Il progetto prevede la sostituzione di tutti i proiettori posti sulle quattro torri-faro che illuminano il campo di calcio, risalenti a quasi trent’anni fa. I nuovi proiettori, oltre che assicurare una maggiore efficienza energetica, garantiranno il raggiungimento dei valori minimi di illuminamento richiesti per la disputa di partite del campionato di Serie A. Alcuni proiettori (72, costo 275mila euro) erano stati sostituiti questa estate con un primo intervento effettuato direttamente dal Livorno Calcio per conto del Comune. Il progetto approvato adesso dalla Giunta Comunale, per una spesa di 425mila euro, prevede la sostituzione dei rimanenti 120 proiettori, oltre che il completamento degli interventi di adeguamento degli impianti e dei quadri elettrici. Le opere saranno eseguite direttamente dal Comune di Livorno.

Prevenzione incendi
Si tratta di un lotto di lavori per l’adeguamento alla normativa antincendi della curva nord dello stadio, quella più affollata. Saranno collocate nuove scale di metallo (aggiuntive rispetto a quelle esistenti), saranno realizzati nuovi gradini di smistamento e saranno adeguati i ballatoi. Le nuove strutture assicureranno maggiore comodità e maggiore sicurezza durante le fasi di afflusso e deflusso degli spettatori dagli spalti, sia in condizioni normali che, a maggior ragione, in situazioni di emergenza. Si tratta di opere urgenti, richieste dalla Commissione Provinciale di Vigilanza. Un primo progetto era stato approvato a giugno, ma in seguito alle nuove indicazioni pervenute, il piano degli interventi è stato modificato ed implementato.
Le opere, per un costo di 225mila euro, saranno eseguite dal Comune di Livorno, che affiderà direttamente al Livorno Calcio la sola progettazione e direzione dei lavori, e il coordinamento della sicurezza. In questo modo la società potrà programmare meglio gli interventi, in modo che non siano d’intralcio alle partite di campionato.

Impianto di videosorveglianza
Intervento urgente sollecitato dal GOS (Gruppo Operativo Sicurezza, presieduto dalla Questura) di Livorno, che ha chiesto il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza tramite l’acquisto di nuovi apparati di registrazione in grado di supportare l’accresciuto numero di videocamere che nel tempo si sono rese necessarie, e l’installazione di nuove telecamere per un migliore controllo di ciò che avviene in prossimità del terreno di gioco e sugli spalti. E’ prevista una spesa complessiva di 120mila euro articolata in due lotti funzionali, il primo dei quali (da 70mila euro) sarà attuato già dal corrente anno.

 

Riproduzione riservata ©