Senza Gigena CFG Livorno alza bandiera bianca (76-61)

Mediagallery

Gessi Valsesia – CFG Livorno 76-61 (20-22, 15-13, 23-11, 18-15)

Gessi Valsesia: Quartuccio 6, Laudoni 21, Paolin 12, Gatti 1, Santarossa 3, Chirio, Hildago 9, Picazio 6, Sacchettini 10, Meacci. All. Pansa.

CFG Livorno: Liberati 5, Persico 16, Granchi 6, Sollitto 17, Venucci 8, Orsini 2, Batori, Lucarelli 2, Gigena, Malfatti 5. All. Quilici.

Che non fosse il miglior periodo della stagione per la CFG Livorno lo sapevamo già. Impegnata in un tour de force contro avversarie di alto livello, coach Quilci aveva già dovuto rinunciare al talento di Giorgio Artioli (out ancora per almeno 2 settimane). Ieri la sfortuna ha colpito anche capitan Mario Gigena, già tenuto precauzionalmente a riposo contro Montichiari, e vittima di una forte influenza.
La Gessi Valsesia ne ha approfittato andando a vincere contro la Livorno seconda in classifica che adesso ha agganciato.
Coach Daniele Quilici racconta così la gara terminata 76-61 a favore dei padroni di casa: “Abbiamo giocato una buona prima metà, ma con più nervi ed energia che ordine e solidità.
L’avvio di ripresa con 3 palle perse consecutive hanno rotto l’equilibrio a favore di Valsesia, cosa che ci ha portato ad affrettare le situazioni con poca lucidità. Siamo stati bravi a ributtarci nella partita costringendo Valsesia a 6′ senza segnare nel quarto periodo, ma la cattiva selezione dei tiri ci ha impedito di cambiare completamente l’inerzia della partita.
Adesso le priorità sono recuperare le gli infortunati e ristabilire un ordine tecnico che in queste ultime settimane si è perso.”
Una sconfitta comunque che ci sta nel campionato della CFG Livorno che rimane ben salda nei piani altissimi della classifica e avrà l’occasione di partecipare alla Final Four di Coppa Italia mercoledì, sul campo di Montichiari.

Riproduzione riservata ©