GPG: Marazzini d’argento e Fioriti di bronzo

Mediagallery

Ad ingranare nel modo giusto la nuova stagione non sono stati solo i “top player” dell’Accademia della Scherma Livorno, ma anche i giovanissimi del GPG, che hanno raccolto medaglie e una marea di ottimi piazzamenti. C’è di che essere soddisfatti in casa arancioblu, perché nel weekend appena trascorso erano chiamati a dare prova del loro livello gli atleti under 14. Due i fronti sui quali si sono misurati e due le spacialità affrontate dai più.

A fare armi e bagagli per prendere parte alla prova interregionale di Ariccia, dove si davano battaglia i ragazzini di Lazio, Campania, Marche e Umbria. Da applausi Giorgia Marazzini (tesserata per le Fiamme Oro, ndr) che se n’è tornata dalla lunga trasferta, con una medaglia d’argento al collo che vale oro per due motivi: il livello nelle allieve vede concentrate tutte le migliori in questa zona d’Italia e la finale persa per una sola stoccata, fa capire il grado di maturità raggiunto dalla quattordicenne di casa al Modigliani Forum, che ha affrontato tutta la gara senza avere nessun tecnico al suo fianco. I maestri, del resto, sono stati impeganti nella due giorni di Chiavari dove ad alzare le braccia al cielo è stata la bravissima Viola Fioriti (terza classificata, ndr), in grande spolvero nel fioretto giovanissime e brava anche nella spada 15esima.

Bene anche Alice Valtriani settima nel fioretto e presente nei top 16 della spada, dove ha gareggiato con le atlete più esperte di lei di un anno, così come Lucrezia Vicari giunta 21° nel fioretto e 27° nella spada. Infine, i maschietti, tra cui Valerio Petrucci che ha confermato un buon trend di crescita giungendo nei top 16. All’esorio in una gara ufficiale, invece, sono stati bravissimi a gestire tutte le novità del caso Francesco La Rosa (16° di spada e 48° di fioretto) e Carlo Maria Poiliti (35° nel fioretto, ndr). Prossima tappa per gli under 14 a Lucca, dove si scenderà in pedana nella prima delle due prove nazionali di fioretto.

Riproduzione riservata ©