Accademia della Scherma in evidenza agli Assoluti di Acireale. Bene anche i giovanissimi a Pisa

Mediagallery

Si è conclusa la rassegna tricolore di Acireale 2014 e gli Accademisti medagliati della kermesse, di rientro al Modigliani Forum, sono stati ben cinque. Nel concorso maschile erano ben cinque i fiorettisti in gara. Il più bravo è stato Alessandro Paroli giunto quinto, estromesso dal podio dal modicano trapiantato a Livorno Giorgio Avola. Alessandro ha, del resto, espresso una buona continuità di rendimento che lo colloca tra i migliori prospetti sul piano nazionale. Anche il bronzo conquistato nella gara a squadre con l’Aeronautica lo dimostra.

Edoardo Luperi dal canto suo, ha sfiorato l’accesso alla finale a otto per un soffio, dopo essere stato in vantaggio contro il padrone di casa Daniele Garozzo per 14-12, prima di abdicare 14-15 al fiorettista acese, bravo ad aver sfruttato tutte le variabili a suo favore. Per il talento cremisi allenato dal maestro Marco Vannini è giunto l’argento a squadre con la compagine delle Fiamme Oro, che schierava altri due accademisti: Tommaso Lari e Michele Del Macchia, estromessi nell’individuale rispettivamente da Luperi il primo e Francesco Trani il secondo, al termine di un match rocambolesco.

Chi ha ben impressionato all’individuale, invece, è stato il giovanissimo Matteo Valtriani approdato agli ottavi di finale, dove poi è caduto sotto i colpi di Trani dopo essere stato bravo ad ottenere lo scalpo di un fiorettista navigato come Luca Simoncelli nel match dei sedicesimi di finale.

Tra le ragazze bene a tratti nell’individuale Olga Calissi (decima, ndr) che nella prova a squadre con le compagne finanziere ha ottenuto una bella medaglia d’argento. Meno brillante, invece, la prova di Eleonora Dini fuori nelle fasi preliminari.

Contemporaneamente si è svolto a Pisa, nelle celebre palestra del maestro Antonio Di Ciolo, un torneo riservato agli U-10 al quale hanno partecipato i più piccoli accademisti accompagnati dal loro Maestro Dario Finetti. Nella categoria Pulcine (2005) ha conquistato la medaglia d’oro Azzurra Strati. Stesso traguardo per Matteo Pupilli categoria Cuccioli (2006). Un gradino sotto Kirill Pisano, secondo classificato nella categoria Prime Lame (2004).

Presenti anche Francesco La Rosa (2004), Federico Baracchino e Jago Papaianni (2005), Alessandro Biondi e Cristiano Sena (2006) che si sono distinti anche questa volta per le loro spiccate abilità tecniche.

Riproduzione riservata ©