Torneo “Colla de Sensi”, trionfo per Livorno Rugby

Mediagallery

Eccezionali i risultati ottenuti dalle giovanili del Livorno Rugby nel prestigioso XXII torneo nazionale primaverile ‘Colla de Sensi’ di Noceto, andato in scena in questa prima domenica di aprile. Gli under 12 e gli under 8 hanno colto la prima piazza, gli under 6 la seconda e gli under 10 l’undicesima posizione. Risultati di grandissimo spessore che confermano la bontà del lavoro svolto dallo storico sodalizio biancoverde con il suo settore juniores. Da sempre la cura puntigliosa del proprio vivaio è decisiva per le sorti del Livorno Rugby. Tradizionalmente la società labronica – nata nell’ormai lontano 1931 – fa crescere i propri atleti nelle proprie under, prima di dar loro spazio in prima squadra. I giocatori, fin da piccoli, comprendono quanto sia importante la difesa dei colori sociali. Già a questa età, la divisa biancoverde è da considerare una seconda pelle. A Noceto, l’under 12 allenata da Luca Isozio, Piero Chiesa e David Martini ha chiuso con un favoloso ruolino di cinque vittorie su cinque partite, con 19 mete all’attivo ed una sola meta al passivo. Nel girone eliminatorio, larghi successi con la Polisportiva Fiumicino, per 8-1 (ogni meta un punto) e con il Cus Milano ‘verde’ 5-0. Poi nel gironcino valido quale semifinale, affermazioni con L’Aquila ‘verde’ 3-0 e con il Farnese Colorno 2-0. Qualificazione dunque in carrozza alla finale, dove i livornesi si sono trovati di fronte il Modena. Partita di alto contenuto per la categoria, intensa e vivace. L’episodio decisivo, che ha deciso il torneo, è stato frutto di un’iniziativa di Nanni, placcato mentre era già proteso in tuffo a schiacciare oltre la fatal linea. Pallone che si ferma ad un centimetro dalla riga. Arriva però in sostegno Tavella, che raccoglie l’ovale per depositarlo in meta. Emozioni a non finire, vittoria per 1-0 e coppa per la prima classificata che finisce nella ricca bacheca del Livorno Rugby. Ecco, in rigoroso ordine alfabetico, l’elenco degli under 12 biancoverdi (nati nel 2004 e 2005), in trionfo a Noceto, alle porte di Parma: Amedeo Bianchi, Giorgio Paolo Bonsignori, Giacomo Bradac, Nicola Brancoli, Davide Casolaro, Luca Francisco Fava, Luigi Freschi, Gregorio Gambini, Tommaso Gambini, Leonardo Giunta, Samuele Isozio, Giorgio Lenzi, Lorenzo Nanni, Omar Niccolai, Andrea Rossi, Valerio Tavella.

lIVORNO RUGBY UNDER 16 2016

UNDER 16

Tutto facile per il Livorno Rugby under 16 sul campo ‘Marco Calani’ di Groppoli di Mulazzo. I biancoverdi (nati negli anni 2000 e 2001) allenati da Marco Zaccagna, contro i pari età padroni di casa della Lunigiana, si sono imposti con l’eloquente punteggio di 0-77. 13 le mete siglate dai livornesi, capaci di chiudere il primo tempo in vantaggio 0-43. Sfida mai in discussione. La Lunigiana, ultima in classifica e finora incapace di ottenere nelle sue prime 13 giornate alcun punto, ha potuto opporre ben poco contro lo strapotere degli antagonisti. Il Livorno Rugby, nel campionato regionale di categoria, è terzo, con 47 punti raccolti in 13 partite. Domenica prossima i biancoverdi ospiteranno i viareggini de ‘I Titani’, seconda forza del torneo. La situazione in graduatoria: Amatori Rosignano 65 p.; I Titani Viareggio 54; Livorno Rugby 47; Union Tirreno Piombino 32; Lucca* 31; Union Versilia 30; Elba** 30; Rufus San Vincenzo* 17; Lunigiana*** -4. *Lucca e Rufus 1 partita in più; **Elba 1 partita in meno e 4 punti di penalizzazione; ***Lunigiana 4 punti di penalizzazione. A Groppoli di Mulazzo, l’allenatore degli under 16 labronici Marco Zaccagna ha schierato inizialmente Andreotti, Campanile e Chierchia in prima linea, Pini e Ianniciello in seconda, Mancini, Mattei e Saylon in terza, Zannoni mediano di mischia, Gesi apertura, Davide Fabbri e Bagnoli alle ali, Vargiu e Capozzi ai centri e Pieroni estremo. Entrati nella ripresa Donatini, Giacomo Fabbri, Menciassi e Trumpy. Nel primo tempo mete di Pieroni (1′ e 20′), Capozzi (5′), Mattei (8′), Saylon (15′) e Pini (20′ e 24′), condite da 3 trasformazioni di Gesi ed 1 di Zannoni. Nella ripresa mete di Saylon (4′ e 20′), Bagnoli (8′), Mattei (14′), Pieroni (26′) e Ianniciello (28′), arrotondate da 2 trasformazioni di Gesi. La gara, come ampiamente prevedibile alla vigilia, è risultata a senso unico, dominata dai più attrezzati giocatori ospiti.

Riproduzione riservata ©