Rugby Livorno, vittoria sofferta con Piombino

Mediagallery

di Gabriele Pritoni

 

Union Rugby Tirreno – Rugby Livorno 13 – 19
Livorno: Ciapparelli (giallo al 16′ pt), Bufalini (giallo al 32′ pt, rosso al 18′ st), Tangredi, Favati, Giglioli (Paoluzzi dal 3′ st, giallo al 20′ st)), Baroni, Bottari (Moretti dal 15′ st), Cortesi, Brancoli, Milianti (Contini dal 16′ st), Scapaticci (Righetti dal 15′ st), Di Mauro, Battagello, De Vincentiis, Chiesa. All. Saccà
Piombino: Marzucchi, Pisani, Volpi, Ghini, Ferretti, Paladini, Piacentini, Catta, Puliti, Danzi, Vivarelli, Pallotti, Ercolani, Dello Russo, Di Iorio. All. Bezzini

Il Rugby Livorno torna dalla difficilissima trasferta di Piombino, terzultima partita della prima fase del torneo, con 4 punti in tasca e fa un importante passo avanti verso uno dei primi tre posti della classifica, quelli buoni per accedere alla seconda fase.
Sul difficile campo dell’Unione Rugby Tirreno, ai limiti della praticabilità, va in scena una partita d’altri tempi tra fango, sudore, colpi fuori dalle righe – il tabellino della disciplina dice 4 ben cartellini gialli e 1 rosso – e pure qualche lacrima di rimpianto per gli sconfitti. Si è trattato di un match molto equilibrato, in bilico fino alla fine, che i bianco verdi hanno fatto loro anche con un pizzico di fortuna che però, si sa, aiuta gli audaci.
In meta dopo soli 4 minuti con Scapaticci, i bianco verdi non trasformano e vengono raggiunti e superati al 17esimo per il 7 – 5, su azione di forza della mischia avversaria con annessa trasformazione. Piombino, con Livorno in inferiorità per il primo dei cartellini gialli, segna anche su punizione poco dopo (21esimo); meno di dieci minuti più tardi è Livorno che bussa con il piazzato per il 10 – 8 ma in chiusura di tempo i padroni di casa sfruttano la seconda superiorità numerica e, ancora su calcio, chiudono il parziale sul 13 – 8.
Piombino non segnerà più, nonostante un forcing che sul finire di partita si farà disperato, mentre Livorno costruirà un pezzetto alla volta prima la rimonta, poi il vantaggio risicato di un solo punto con due calci di punizione al 16esimo e al 24esimo. Si rimarrà sul 13 – 14 fino quasi all’ultimo, quando una meta di Righetti suggellerà il 13 – 19 definitivo nonostante una doppia inferiorità numerica. A inizio ripresa anche Piombino si era guadagnata un cartellino giallo, a ulteriore dimostrazione della tensione che regnava sul campo.
Terminate le ostilità, botte e nervosismo sono spazzati via da un grande terzo tempo a base di pasta e birra, come succede solo nel rugby.
Con il morale alto e la classifica invariata, il Rugby Livorno attende domenica prossima, tra le mura amiche, la capolista Civitavecchia, vittoriosa in trasferta a Cecina così come Paganica a Viterbo. Proprio questi due risultati, ampiamente pronosticabili, rendevano delicatissima la partita di Piombino, unico scontro diretto di giornata. Per come è strutturato il calendario, anche domenica prossima sarà comunque una sfida non meno importante, visto che Paganica e Piombino giocheranno in casa contro Cecina e Viterbo e quella del Montano sarà nuovamente l’unico match a vedere di fronte due delle quattro squadre di vertice. E’ presto per prendere in mano la calcolatrice e lanciarsi nelle ipotesi delle possibili combinazioni di risultati dei prossimi due turni – gli ultimi – quello che è certo è che domenica prossima sarà una sfida campale.
Classifica: Civitavecchia R. Centumcellae 29, Livorno Rugby ssd 27 Polisportiva Paganica R. asd 25 Unione Rugby Tirreno 23 Union R. Viterbo 9 RC Emergenti Cecina -2

Riproduzione riservata ©