Rugby Livorno ko con Paganica

Mediagallery

di Gabriele Pritoni

Paganica – Rugby Livorno 22 – 12

Rugby Livorno: Chiesa (dal 16° st Gigli), Scapaticci (dal 27° st Righetti), Battagello (dal 13° st Biagiotti), Di Mauro, Rispoli, Milianti, Contini (dal 10° st Brancoli), Buttani, Baroni, Bonavia, Giglioli, Favati, Ciapparelli (dal 21° st Moretti), Bufalini, Tancredi. A disp. Vitali, Sforzi. All. Saccà
Paganica: Rotellini S, Colaiuda, Andreucci, Anitori, Fiore, Rotellini F, Alfonsetti (dal 25° st Spagnoli), Grossi, Giordani, Chiaravalle, Cinque, Ferrauto (dall’11° st Liaci), Tresca, Bonomo, Ciampa. A disp. Paiola S., Ciocca, lattanzio, Zugaro, Paiola F. All. Rotellini

Il Rugby Livorno inizia il campionato con un passo falso in trasferta a Paganica. Gli abruzzesi, neopromossi dopo la finale al cardiopalma vinta proprio al Settembrini contro i Lions, hanno quindi ancora la meglio su una squadra livornese. Protagonista, come già era stato il 16 giugno, il pubblico di Paganica – cittadina dalla grande tradizione rugbistica – presente numerosissimo e fautore di un tifo assordante.
Il Paganica si mostra fin dalle prime battute più determinato dei livornesi, quasi storditi dalla temperatura estiva e dal tifo. Non è ancora scoccata la mezz’ora, infatti, che il Paganica ha già segnato ben 19 punti (mete di Ferrauto, Giordano e Anitori, due trasformazioni di Rotellini F), contro i 7 dei bianco verdi (meta di Chiesa trasformata da Milianti). Da quel momento la partita si fa più equilibrata, Livorno gioca meglio ma non abbastanza da mettere in piedi una rimonta credibile. Paganica si difende con ordine e porta a casa il match per 22 – 12, segnando solo un calcio piazzato a inizio ripresa ancora con Rotellini. Di Giglioli la seconda meta di Livorno, al 13°, non trasformata.
La sconfitta, vista la nuova formula del campionato di B, è più pesante del solito: quest’anno le dodici squadre che compongono la B (girone B) sono infatti divise in due gruppi (“poule”) da sei su base territoriale per contenere i costi delle trasferte e la prima fase del torneo prevede andata e ritorno all’interno di queste sei compagini. Solo dieci, dunque, le partite da giocare per cercare di piazzarsi tra le prime tre che, con le prime tre dell’altra “poule”, disputeranno i playoff. Oltre che con Paganica, Livorno se la dovrà vedere – in questa prima parte di campionato – con l’Unione Rugby Tirreno, l’Union Rugby Viterbo, il Civitavecchia e gli Emergenti di Cecina.

Riproduzione riservata ©