Milano Rugby Festival, bene Livorno rugby

Mediagallery

Al ‘Milano Rugby Festival’ – considerato da tanti addetti ai lavori come uno dei tornei internazionali di rugby a sette più importanti e divertenti dell’intero panorama mondiale -, il Livorno Rugby si è aggiudicato il trofeo ‘Bowl’, la coppa assegnata alla squadra capace di vincere il girone delle terze. Su 32 formazioni al via, i biancoverdi hanno chiuso al 17° posto, con un ruolino globale di quattro vittorie e due sconfitte. Al di là dell’ingente bottino di mete realizzate, la soddisfazione per il tecnico Igli Borsato – coadiuvato nella circostanza dall’allenatore dell’under 16 biancoverde Marco Zaccagna – nasce dalla bontà del gioco espresso dai propri ragazzi. Il Livorno Rugby, sei settimane dopo la fine del campionato di B (l’ultima giornata risale al Primo Maggio), ha messo in vetrina nel torneo effettuato questo secondo fine settimana di giugno a Cernusco sul Naviglio, buonissimi numeri. I dieci elementi ruotati nell’arco della manifestazione sono parsi in ottime condizioni sul piano fisico, atletico e tecnico. La dimestichezza con la palla ovale non si è certo persa dopo la fine delle fatiche ufficiali. Il Livorno Rugby – la miglior realtà della palla ovale della costa toscana – non ha staccato la spina in questo mese e mezzo. I labronici – ovviamente a ritmi più blandi – hanno continuato ad allenarsi sia nel mese di maggio, sia nella prima parte del mese di giugno.

Ora, dopo il torneo del ‘Milano Rugby Festival’, verrà concesso agli atleti qualche giorno di riposo. A luglio riprenderà la preparazione in vista del nuovo campionato di B. Quello di Cernusco è stato un evento dagli altissimi contenuti tecnici. Tante le formazioni straniere (in prevalenza inglesi) che hanno dato lustro alla riuscitissima kermesse. Il Livorno Rugby, per quanto espresso nell’arco della manifestazione, avrebbe meritato un piazzamento migliore. La formazione guidata da Igli Borsato ha pagato la sfortuna di trovarsi di fronte, nella prima parte del Trofeo, fortissime squadre inglesi (una delle due ha finito al primo posto l’intera manifestazione). Nel proprio mini raggruppamento iniziale, i biancoverdi hanno battuto il Rozzano e perso con una squadra londinese. I labronici hanno poi incrociato le armi, nel ‘barrage’, con un’altra compagine inglese e sono stati costretti ad alzare bandiera bianca. I biancoverdi sono così finiti nel girone delle ‘terze’ e sono stati inseriti nel raggruppamento delle formazioni che si sono giocate i piazzamenti fra il 17° e il 24° posto. Nella seconda parte del torneo, il Livorno Rugby ha vinto le tre gare (con l’under 18 dell’Asr Milano, con un’altra compagine inglese e con il Parabiago) e, assicurandosi la 17° piazza, ha ottenuto il trofeo ‘Bowl’. L’evento ha permesso ai biancoverdi di tenere acceso il motore. Sia pur lontano dalle tensioni tipiche delle ‘gare drammatiche, decisive per le sorti dell’intera stagione’, si è è giocato per puro divertimento. Poi, visto che i risultati non sono mancati, tanto meglio…. Il Livorno Rugby, dopo il proprio (positivo) campionato di B, ha terminato con questa simpatica appendice la propria stagione. In rigoroso ordine alfabetico, ecco i dieci giocatori biancoverdi grandi protagonisti alle porte di Milano: Armani, Bertini, Bottari, Canepa, Capozzi, Contini, Cristiglio, Gigli, Gragnani e Stiaffini.

Riproduzione riservata ©