Livorno Rugby vittorioso nel test con Cecina

Mediagallery

Un sabato pomeriggio all’insegna della palla ovale. Dapprima tutti insieme ad assistere, nella club house, alla diretta televisiva della gara vinta (faticosamente) dall’Italia sul Canada nel suo secondo impegno nei mondiali. Poi tutti in campo per affrontare, in amichevole, gli Emergenti Cecina. Per il Livorno Rugby, a tre settimane dall’inizio del campionato di B, una giornata memorabile. La squadra biancoverde, in casa, sul sintetico del ‘Maneo-Settembrini’, ha giocato contro i ‘cugini’ cecinesi. Il match è durato 70′: 30′ nel primo tempo, 40′ nella ripresa. Al di là del bottino di mete realizzate (7 quelle dei padroni di casa, nessuna per gli ospiti), le risposte sono state incoraggianti. Così come chiesto dal tecnico Borsato, i biancoverdi hanno svilippato tante azioni in modo arioso, nel tentativo di muovere il più possibile l’ovale. Cecina – neo-retrocessa nella C interregionale – si è dimostrato un avversario ‘vero’ e – giustamente – non ha concesso sconti. Nonostante il numero piuttosto esiguo di atleti utilizzati (tanti gli assenti giustificati), l’intensità mostrata dai locali è risultata altissima. La condizione fisico-atletica, a venti giorni dal via delle fatiche ufficiali, è invidiabile. Viste le forzate defezioni di alcuni ‘senatori’ (rientreranno comunque a breve e saranno a disposizione per l’esordio in campionato, previsto per il 18 ottobre, a Piombino), i biancoverdi sono scesi sul campo con una squadra giovanissima. Davvero bassa l’età media. In campo pure il trequarti ala under 18 Canepa. Le 7 mete siglate sono giunte al termine di azioni in velocità. I calci di trasformazioni, per non perder tempo, sono state tutte quante battute con il drop: arrotondare il punteggio con i punti di piede interessava ben poco nella circostanza. La tabella di lavoro impostata fin dalle prime settimane di sedute dal coach Borsato, coadiuvato dal nutrito staff di tecnici specialisti, sta portando i primi frutti. Preziose, in occasione del derby amichevole di sabato, pure le indicazioni dell’arbitro Liperini (ex giocatore biancoverde), che, nel dirigere il match, si è soffermato ad illustrare ai giocatori in campo alcune novità regolamentari. Non mancano, per il Livorno Rugby, sincronismi da perfezionare nei prossimi giorni, ma la strada intrapresa per puntare a mete di spessore appare quella giusta. Borsato ha inizialmente utilizzato De Vincentiis nel ruolo di estremo, Scapaticci e Canepa alle ali, Righetti e Gigli ai centri, Rolla all’apertura, Chiesa mediano di mischia, Bottari, Torre e Cristiglio in terza linea, Del Re e Giglioli (capitano nell’occasione) in seconda linea, Ciapparelli e Carrani piloni e Sforzi tallonatore. Nel corso della gara sono subentrati anche gli avanti Degortes, Enrico Squarcini e Bertini. La società labronica sta cercando di organizzare un’altra amichevole prima dell’inizio della stagione ufficiale. Il dato di fatto è che la nuova annata è iniziata all’insegna di un contagioso entusiasmo: numerosi gli sportivi presenti sabato sugli spalti dell’impianto ardenzino. Un entusiasmo relativo anche alle iniziative collaterali, legate alla festa della birra (al via il prossimo venerdì) e alla possibilità di assistere (allo schermo della club house), alle partite serali del mondiale in pieno svolgimento in Inghilterra.

Riproduzione riservata ©