Livorno Rugby vittorioso al fotofinish

Mediagallery

LIVORNO RUGBY – UNION TIRRENO PIOMBINO 25-22
LIVORNO RUGBY: Chiesa T.; Battagello L., Gigli, Cafaro (17′ pt Contini), Scapaticci; Squarcini R., Armani; Torre, Tichetti (9′ st Carrani) (33′ st Del Re), Bottari; Giglioli, Bertini, Ciapparelli, Carrani (1′ st Sforzi), Tangredi. A disp.: Rolla, Stiaffini, De Vincentiis. All.: Borsato.
UNION TIRRENO PIOMBINO: Ferretti; Lupi, Campisi, Ghini, Catinelli; Volpi, Paladini; Catta, Pallotta, Danzi; Patrone (25′ st Dellorusso), Paris; Ercolani (26′ pt Satta), Dominici (1′ st Cilembrini). A disp.: Pisani, Puliti. All.: Bezzini.
ARBITRO: Sironi di Colleferro.
MARCATORI: nel pt (15-12) 2′ m. Ghini tr. Catinelli, 10′ m. Chiesa T., 24′ m. Carrani tr. Squarcini R., 29′ m. Lupi, 33′ cp Squarcini R.; nel st 10′ m. Danzi, 15′ m. Pallotta, 32′ cp Squarcini R., 40′ m. Gigli tr. Squarcini R..
NOTE: cartellino giallo per Ghini (38′ st). Calci piazzati: Squarcini R. 2/3. In classifica 4 punti per il Livorno Rugby (successo senza bonus; tre mete realizzate) e 2 per l’Union Tirreno (sconfitta con margine inferiore alle otto lunghezze; bonus per le quattro mete realizzate).

Spettacolo severamente vietato ai deboli di cuore. Il Livorno Rugby, grazie ad una meta del centro Gigli (classe ’95) opera all’80’ il definitivo sorpasso e coglie una vittoria pesantissima nell’economia del torneo. I biancoverdi, in casa con l’Union Tirreno Piombino, si sono imposti 25-22. I ragazzi di Igli Borsato, con i 4 punti raccolti (2 sono stati conquistati dai gialloneri piombinesi) si issano solitari sul prezioso terzo posto in classifica. Dopo la pausa di domenica prossima, il Livorno Rugby andrà a render visita al Firenze’31, in un altro scontro che metterà in palio punti tutti d’oro nella lotta per l’accesso alla poule promozione. In questa prima giornata del girone di ritorno della serie B, girone 2, poule 2, successi interni per il Pesaro sul Firenze’31 (38-7: i marchigiani hanno ottenuto anche il bonus) e della Florentia sul Vasari Arezzo (26-13; gli aretini non si sono assicurati il bonus). La classifica dopo 6 giornate (4 al termine della fase): Vasari Arezzo e Pesaro 20 p.; Livorno 14; Union Tirreno Piombino 12; Firenze’31 e Florentia 10. Al termine della prima fase, le prime tre passeranno alla poule promozione, le altre tre invece giocheranno la poule salvezza. Livorno, che contro l’Union Tirreno aveva vinto anche all’andata, in trasferta (10-13) avrebbe la meglio in caso di arrivo in volata. Di fatto i biancoverdi, sui piombinesi, vantano, in graduatoria, ‘due punti e mezzo’. Il ‘derby della costa’, andato in scena in questa fredda quarta domenica di novembre sul prato del ‘Carlo Montano’ è stato caratterizzato da un grande equilibrio. Piombinesi subito in vantaggio: meta, dopo un’azione insistita, di Ghini; trasforma Catinelli (0-7 al 2′). Brillante la reazione dei locali, che cominciano a muovere con efficacia l’ovale. Al 10′ e al 24′ depositano oltre la fatal linea gli attivi Tito Chiesa (l’estremo, classe ’91, è fra i più ‘vecchi’ atleti schierati da Borsato) e Giacomo Carrani (il valido tallonatore, nato nel 1995). Riccardo Squarcini (classe ’84) arrotonda con una trasformazione: 12-7. L’incontro è vivace, con azioni sviluppate in velocità da entrambe le squadre. I piombinesi acciuffano la parità, al 29′, con Lupi: 12-12. I padroni di casa rimettono il muso avanti con un piazzato di Squarcini: 15-12 all’intervallo. Nella ripresa, i piombinesi provano a sfruttare la maggior esperienza del proprio pacchetto. Al 10′, sugli sviluppi di una mischia, Danti trova il pertugio per la meta del nuovo sorpasso ospite: 15-17. I piombinesi continuano a spingere con i primi otto uomini e trovano, al 15′, ancora di forza, con la terza centro Pallotta, la meta bonus del 15-22. Livorno non perde la testa e riprende a macinare gioco. Al 20′ Riccardo Squarcini fallisce un piazzato. L’apertura si fa perdonare 12′ più tardi mettendo fra i pali il calcio del meno quattro: 18-22. Livorno cerca la meta della vittoria. Piombino si difende con le unghie e con i denti e deve ricorrere alle scorrettezze: giallo per Ghini al 38′. I biancoverdi, sugli sviluppi di un attacco tirato dai trequarti, dopo una touche giocata in zona d’attacco, sfondano, al 40′, il muro difensivo ospite. E’ l’ispirato Gigli a schiacciare sotto l’acca. Squarcini trasforma: 25-22. Dopo 3 interminabili minuti di recupero, l’arbitro Sironi fischia la fine. Per il Livorno (che nelle restanti quattro giornate della poule 2 giocherà tre volte in trasferta), la vittoria nel derby è preziosa più del pane…

Riproduzione riservata ©