Livorno Rugby, il punto sulle formazioni giovanili

Mediagallery

Tutte le vittorie sono belle, ma alcune hanno un sapore del tutto speciale. L’affermazione colta, con pieno merito, dall’under 18 del Livorno Rugby sul campo dell’Amatori Parma pesa mille tonnellate e va ben al di là dei 4 punti conquistati in classifica. La gara, valida per la sesta giornata del (durissimo) campionato d’èlite di categoria si è chiusa con il successo esterno, 8-16. I biancoverdi, aggrappandosi al proprio orgoglio, hanno dato un calcio alle difficoltà esibite nelle precedenti uscite e hanno dimostrato coi fatti che il lavoro paga sempre. I sacrifici effettuati dagli atleti in queste settimane di stop del torneo hanno portato i frutti desiderati. Bella la prestazione fornita a Parma dei ragazzi allenati da Daniele Conflitto. Partita molto tirata ed intensa, con una sola meta per parte. Difese accorte, capaci di gettare sabbia negli ingranaggi degli avversari. Livorno apre le marcature con un piazzato di Canepa: 0-3 al 13′. Pareggiano, ancora dalla piazzola, gli emiliani (3-3 al 22′). Poco prima dell’intervallo, Canepa indirizza fra i pali il calcio del 3-6. Anche nella ripresa, regna l’equilibrio. L’Amatori Parma – una buona squadra: tutte le squadre del girone d’èlite possono contare su rose di qualità – rovescia la situazione con una meta non trasformata: 8-6 al 5′. Contro-sorpasso labronico con un nuovo penalty di Canepa: 8-9 al 14′. Livorno, nella seconda metà del secondo tempo, non si limita a difendere la lunghezza di margine ed esercita un chiaro predominio territoriale. La pressione nell’area dei 22 viene finalizzata, ad 8′ dal termine, con una meta di Piras, che di prepotenza ‘sfonda’ il muro difensivo parmense e schiaccia in meta in mezzo ai pali. Facile la trasformazione di Canepa, per il definitivo 8-16. Nei restanti minuti, i locali non riescono a rosicchiare il ritardo. Vittoria dei biancoverdi di fondamentale importanza per mille e più motivi. I giocatori labronici utilizzati in terra ducale: Romano, Fabbri, Pellini, Pardini, Martini, Canepa, Zannoni, Piras, Bitossi, Merani, Marmugi, De Libero, Campanile, Menicucci, Liguori, Grassi, Sarperi, Patrone, Morotti. Domenica prossima i biancoverdi ospiteranno alle 12,30 sul ‘Maneo’ il Firenze, primo in graduatoria.

lIVORNO RUGBY UNDER 16 2016

UNDER 16

Domenica memorabile per il Livorno Rugby under 16 che sul campo amico ‘Maneo’ supera il Lucca con il perentorio punteggio di 35-14 e torna sul secondo gradino della classifica. Questa la situazione nel campionato regionale di categoria dopo 8 giornate: Amatori Rosignano 35 p.; Livorno 27; I Titani Viareggio 24; Elba e Piombino 19; Versilia 15; San Vincenzo 5; Lunigiana 0. L’allenatore Marco Zaccagna ha schierato Chierchia, Campanile e Vellutini in prima linea, capitan Pini e Ianniciello in seconda, Saylon, Mattei e Andreotti in terza, Davide Fabbri mediano di mischia, Gesi apertura, Bagagli e Posillipo alle ali, Vargiu ed il vice capitano Capozzi ai centri e Bagnoli estremo. Entrati nel secondo tempo i 4 elementi inizialmente in panchina: Bernardini, Zenoni, Giacomo Fabbri e Mancini. Labronici in gran forma e capaci di sbloccare il punteggio già a 4′, con la meta di Bagagli trasformata da Gesi. Allungo biancoverde con le mete di Saylon (10′) e Capozzi (28′) condite dalle trasformazioni di Gesi: 21-0 all’intervallo. Al 7′ della ripresa meta bonus di Andreotti (Gesi trasforma): 28-0. Lucca accorcia le distanze con due mete trasformate (al 17′ e al 20′): 28-14. Le speranze degli ospiti di strappare il bonus-difesa vengono soffocate al 21′ dalla quinta meta dei labronici. A segno Gesi, che poi trasforma, per il definitivo 35-14. Per il Livorno Rugby under 16 si è trattata dell’ultima fatica del 2015. Con questo successo così rotondo e convincente, i biancoverdi si regalano belle vacanze natalizie.

Livorno rugby under 14

UNDER 14

‘Doppietta’ del Livorno Rugby under 14. Le due rappresentative biancoverdi si sono esaltate, sabato pomeriggio, sul campo amico ‘Maneo’. Nelle due sfide valide per la 9° giornata del campionato regionale di categoria, giocate senza soluzione di continuità sul terreno ardenzino, il Livorno Rugby ‘2’, composto da elementi del 2003 ha battuto il Cecina 24-10 e poi il Livorno Rugby ‘1’, formato da atleti del 2002 ha superato l’Union Tirreno Piombino 50-21. Nel Livorno ‘2’, l’allenatore Massimiliano Ljubi ha utilizzato De Rossi, Nannoni e Quaglia in prima linea, Meucci e Ouma in seconda, Lavorenti in terza, Simi mediano di mischia, capitan Gesi all’apertura, Abanaritei e Marzana alle ali, Tori ed il vice capitano Piram ai centri e Lampugnale estremo. In campo, nel corso del match, anche Krimi, l’unico elemento portato inizialmente in panchina. In tutto 4 le mete realizzate dai locali: 3 portano la firma di Piran, 1 di Lavorenti. Gesi ha arrotondato con 2 trasformazioni. Il test si presentava come un’importante verifica del lavoro svolto fino ad ora dai giocatori del 2003, che, nella prima partita del campionato in corso avevano ceduto sul campo dei cecinesi 79-10. Decisamente diversa la partita di questa secondo sabato di dicembre, nella quale i biancoverdi hanno efficacemente tamponato gli attacchi avversari dimostrando ben poco timore reverenziale nei confronti di una formazione ‘mista’, che può contare su molti elementi del 2002. Brillante l’organizzazione di gioco dei padroni di casa. Ancor più netta l’affermazione del Livorno Rugby ‘1’ (squadra del 2002), che contro l’Union Tirreno, ha siglato 9 mete (6 Baldi, 2 Cristiglio e 1 Barsotti) e 5 trasformazioni (Orsini). In prima linea sono stati schierati Mannucci, il vice capitano Tattanelli e Ficarra, in seconda linea Angiolini e Cadau, in terza Eliseo, come mediano di mischia Tavella, all’apertura Cristiglio, ai centri capitan Baldi e Barsotti, alle ali Bernieri e Ghelardi e come estremo Orsini. Entrati anche Danti e Volpi. Pur ancora privo di molte pedine importanti, il Livorno Rugby ‘1’ ha imposto fin da subito il proprio ritmo e il proprio gioco. Partita a senso unico che denota come tutti gli atleti che vanno in campo sappiano portare avanti il gioco (efficace) richiesto dai tecnici.

livorno rugby under 12 2016

UNDER 12

L’under 12 del Livorno Rugby, in questo secondo fine settimana del mese di dicembre, si è ‘sdoppiato’. Due formazioni biancoverdi si sono presentate in due concentramenti distinti. Il primo dei due appuntamenti si è svolto sabato pomeriggio presso il campo del Sesto Fiorentino, l’altro era invece previsto nella mattinata di domenica sul terreno del Cus Pisa. La suddivisione fra le due rappresentative labroniche (possibile grazie all’ampissima e valida rosa) è stata effettuata tenendo conto del grado di difficoltà che avevano i due concentramenti e delle disponibilità delle famiglie dei giovanissimi atleti (nati negli anni 2004 e 2005). Quello organizzato a Sesto, visto il livello medio delle formazioni partecipanti, è stato ritenuto più impegnativo, sicuramente adeguato a bambini con un livello di esperienza e cognizione rugbistica maggiore. Come al solito, indipendentente dai (peraltro buonissimi) risultati ottenuti nei due concentramenti, lo staff tecnico del Livorno Rugby ha cercato di privilegiare il gioco ed il coinvolgimento diretto di tutti gli atleti. Ottima, sia a Sesto sia a Pisa, la risposta da parte degli atleti. Impressiona, in particolare, la facilità con cui i giovani elementi riescono a risolvere in autonomia le varie situazioni e difficoltà di gioco. Tutto il gruppo appare in crescita, sia tecnica, sia caratteriale. A Sesto, oltre ai locali ed al Livorno Rugby, erano presenti Gispi Prato, U.S. Firenze, Florentia e Lions Livorno. I biancoverdi protagonisti alle porte di Firenze: Amedeo Bianchi, Giacomo Bradac, Luca Bruni, David Casolaro, Tommaso Cecconi, Luigi Freschi, Tommaso Gambini, Edoardo Giammattei, Samuel Isozio, Giorgio Lenzi, Leonardo Migli, Lorenzo Nanni, Andrea Rossi, Valerio Tavella. Sul campo ‘Scacciati’ di Pisa, oltre ai cussini locali ed al Livorno Rugby, erano presenti Rufus San Vincenzo e Cecina. I giocatori biancoverdi di scena all’ombra della Torre Pendente: Giulio Biagiotti, Giorgio Paolo Bonsignori, Gabriele Borgi, Francesco Casini, Federico Ferretti, Gregorio Gambini, Leonardo Giunta, Mattia Gizzarelli, Francesco Landa, Giammaria Marangio, Gabriele Morelli, Omar Niccolai, Tommaso Vannini, Febo Vodicer.

LIVORNO RUGBY UNDER 18 2016

UNDER 8

Sport e solidarietà a Cecina, in occasione del torneo di rugby benefico in favore di Telethon. In campo, nel pomeriggio di sabato, squadre under 10 e under 8. Solo successi, nelle due categorie, per le due rappresentative del Livorno Rugby. Alla manifestazione, i piccoli atleti biancoverdi hanno partecipato con grande entusiasmo e con il giusto spirito: uno spirito tipicamente rugbistico. La società del Livorno Rugby e tutti i genitori presenti al riuscitissimo evento hanno sposato subito la causa benefica raccogliendo e poi devolvendo a favore di Telethon tutto il ricavato. L’under 8 allenata da Alessandro Borgiotti e Michele Quartararo, dopo aver vinto il proprio gironcino, ha affrontato il Firenze, imponendosi per 6 mete a 2. I biancoverdi, che peraltro domenica prossima (ore 10,30) ospiteranno sul ‘Maneo’ l’ultimo concentramento del 2015, hanno evidenziato numeri di primissimo piano. Qualità tecniche e agonistiche rare nella categoria.Questi i biancoverdi under 8 (nati negli anni 2008 e 2009) grandi protagonisti al ‘Castellani’ di Cecina: Diego Andreotti,Enea Ferrini,Giulio Lenzi, Cristian Isozio, Alessandro Mainardi, Alessandro Quartararo, Jacopo Gambogi, Jonny Giorgi, Giovanni Campora, Riccardo Tozzi. Da sottolineare la presenza di Gianluca Guidi, l’ex giocatore del Livorno Rugby (nonchè ex giocatore-allenatore biancoverde), attualmente trainer delle Zebre. ‘Cuca’ si è intrattenuto con i bimbi, sposando, al pari dei tanti appassionati presenti, lo scopo benefico della giornata.

Riproduzione riservata ©