Livorno Rugby corsaro a Firenze

Mediagallery

FIRENZE’31 – LIVORNO 5-13
FIRENZE’31: Petrangeli; Cervelli, Favilli, Rios, Viviani; Magrini, Di Francesco; Ben Taleb, Bianchini, Vignoli; Ciampa, Piccioli; Meroni, Leoni, Santi. Entrati anche: Cini, Formichini, Calabrese, Serantoni, Comizzoli, Gramigni, Santoni. All.: Cerchi.
LIVORNO RUGBY: Chiesa (31′ st Rolla); Scapaticci, Contini, Gigli, Battagello L. (39′ pt Esposito); Squarcini R., Armani; Bottari, Torri, Giglioli (21′ st Battagello F.); Bertini, Squarcini E.; Tangredi, Sforzi (11′ st Tichetti), Ciapparelli. A disp.: De Vincentiis, Canepa, Martini. All.: Borsato.
ARBITRO: Vincenzo De Martino.
MARCATORI: nel pt (0-10) 11′ m. Torri, 31′ m. Chiesa; nel st 14′ m. Di Francesco, 21′ cp Squarcini R..
NOTE: cartellini gialli per Chiesa (5′ pt) e Ciampa (20′ st). In classifica 0 punti per il Firenze’31 (battuto con un margine superiore alle 7 lunghezze; 1 meta all’attivo) e 4 per il Livorno (che ha vinto senza raggiungere il bonus; 2 mete all’attivo.

Sulle sponde dell’Arno, il Livorno Rugby si esalta e compie un nuovo significativo passo in avanti verso la meta poule promozione. I biancoverdi, sul campo ‘Padovani-Lodigiani’, contro gli ‘storici’ rivali del Firenze’31, hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo. I ragazzi di Borsato si sono imposti 5-13. Una vittoria – la seconda consecutiva – pesantissima, che consente di conservare la terza piazza e di eliminare la stessa formazione gigliata nella corsa per un posto al sole. Completano il quadro della seconda di ritorno del girone 2 della poule 2 di serie B la sofferta affermazione (strappata in extremis), 22-20, dell’Union Tirreno in casa con la Florentia (nessuna delle due squadre ha colto il bonus-attacco) ed il rotondo successo (con bonus) del Pesaro (9-32) sul terreno di un Vasari Arezzo in evidente calo di rendimento. La nuova classifica: Pesaro 25 p.; Vasari Arezzo 20; Livorno 18; Union Tirreno Piombino 16; Florentia 11; Firenze’31 10. Tre le giornate al termine della prima fase. Tre anche le squadre che accederanno alla poule promozione. Nella prossima domenica sono in programma Pesaro-Livorno, Tirreno-Vasari e Florentia-Firenze’31. A Firenze, il Livorno Rugby ha lasciato (non certo per scelta) a lungo il pallino del gioco agli avversari. I padroni di casa hanno ‘fabbricato’ un ingente quantitativo di palloni con il proprio pacchetto, ma non sono riusciti a trovare valide soluzioni in fase d’attacco. Gli ospiti, con la loro efficace, organizzata ed orgogliosa difesa, hanno gettato sabbia negli ingranaggi degli avversari. Le due mete dei livornesi sono giunte nel primo tempo, l’unica meta dei biancorossi è invece arrivata nella ripresa. Ben presto (5′) i biancoverdi restano (temporaneamente) in 14 per l’espulsione temporanea dell’estremo Chiesa. Poco male: pur in inferiorità numerica i biancoverdi sbloccano la situazione con la meta del terza linea Torri, abile nel finalizzare una ficcante ed irresistibile fuga del pilone Tangredi. 0-5 all’11’. Il Firenze’31 ha più possesso, ma mostra poca fantasia. Più concreto il Livorno che allunga, al 31′, con Chiesa, in meta dopo un’entusiasmante avanzata di tutta la squadra. All’intervallo labronici in vantaggio 0-10. Nella parte centrale della ripresa, il pacchetto biancoverde perde per infortunio il tallonatore Sforzi ed il terza linea-capitano Giglioli. I biancorossi di casa, sugli sviluppi di una mischia, dimezzano le distanze con la meta del mediano Di Francesco (5-10 al 14′). Livorno stringe i denti, usufruisce temporaneamente dell’uomo in più (cartellino giallo al 20′ per Ciampa), evita guai e al 21′ ricaccia definitivamente indietro gli avversari con il piazzato dell’esperto mediano di apertura Riccardo Squarcini: 5-13. Bissato il successo dell’andata. Qualche nota statistica. Nelle prime sette giornate, i biancoverdi (che hanno un ruolino di quattro vittorie, un pareggio e due sconfitte) non hanno mai guadagnato alcun bonus aggiuntivo. Giglioli e compagni vantano gli scontri diretti favorevoli con l’Union Tirreno e con il Firenze’31. All’andata, il Livorno Rugby ha perso contro il Pesaro e contro la Florentia e pareggiato con il Vasari. La sensazione è che la volata per l’accesso alla poule promozione verrà decisa da piccoli particolari.

Riproduzione riservata ©