Livorno Rugby, brutto ko a Firenze

Mediagallery

Una brutta sconfitta. Uno stop amaro, che complica maledettamente il cammino verso la meta poule promozione. Il Livorno Rugby, sul campo del circolo scolastico ‘Marco Polo’ di Firenze, ha ceduto in modo piuttosto severo contro i locali della Florentia. I biancoverdi, battuti 30-18 (5 mete a 2) scivolano sul quarto gradino della classifica. Per i labronici allenati da Igli Borsato si tratta della seconda battuta d’arresto di fila. Rispetto alle precedenti tre prove, il Livorno Rugby è parso in calo di rendimento. Le prossime due gare, in programma nelle prossime due domeniche, sul terreno amico ‘Carlo Montano’ contro l’imbattuta capolista Vasari Arezzo e contro i ‘cugini’ dell’Union Tirreno Piombino devono segnare la riscossa dei biancoverdi. Altrimenti il rischio di dover affrontare la poule salvezza diventa concreta. Complici le assenze, i biancoverdi si sono presentati a Firenze con gli uomini contati in mischia. Basti pensare che nel reparto degli avanti, solo una pedina, il terza linea Cristiglio, è stato sostituito (peraltro nel primo tempo, per infortunio). Agli altri sette titolari, Borsato ha dovuto chiedere gli straordinari. Inevitabilmente, dopo un’ora di gioco all’insegna dell’equilibrio, l’intensità del gioco dei biancoverdi ha conosciuto una flessione. Sul piano numerico, decisamente più brillante la situazione nel reparto arretrato. La matricola Florentia, che nelle precedenti tre partite di campionato aveva rimediato tre sconfitte ed aveva raccolto solo un punto, ha messo impietosamente a nudo i problemi degli antagonisti. I viola gigliati hanno sfruttato il lavoro del proprio solido pacchetto, hanno siglato mete di prepotenza ed allla distanza hanno presentato il conto. A bersaglio due volte Messini ed una volta ciascuno Fasano, Bernacchioni e Valente (quest’ultimo ha anche siglato tre trasformazioni). Per Livorno mete dell’ala Armani e del centro Gigli, condite da 8 punti di piede dell’apertura Riccardo Squarcini. In pillole la cronaca. Al 28′ passa sblocca il punteggio la squadra livornese, con la bella marcatura in velocità messa a segno da Armani. Riccardo Squarcini trasforma: 0-7. La Florentia reagisce e con due mete (31′ e 34′) ed una trasformazione, rovescia il punteggio: 7-12. Livorno accorcia, nel finale di tempo, con un piazzato di Riccardo Squarcini: 10-12 all’intervallo. I biancoverdi riportano il muso avanti al 6′ della ripresa, con la meta dell’attivo Gigli: 15-12. La Florentia, al 9′ e al 16′, segna le mete che consegnano in anticipo il bonus: 15-22 al giro di boa della seconda frazione. Allungo gigliato, con un piazzato di Valente: 15-25 (28′). Sussulto d’orgoglio degli ospiti (34′) con il piazzato di Riccardo Squarcini: 18-25. Vani gli sforzi labronici tesi a ridurre ulteriormente il margine e così assicurarsi il bonus-difesa. All’ultimo minuto giunge la meta trasformata con la quale la Florentia fissa il risultato sul 32-15.
Lo schieramento biancoverde: Chiesa (13′ st Rolla); Armani (19′ st De Vincentiis), Gigli (11′ st Righetti), Cafaro (Battagello L. 1′ st), Scapaticci (35′ st Esposito); Squarcini R., Contini; Cristiglio (19′ pt Tichetti), Torre, Bottari; Giglioli, Del Re; Ciapparelli, Sforzi, Tangredi.

In questa quarta giornata (penultima del girone d’andata) del raggruppamento 2, poule 2, di serie B, importante vittoria per il Tirreno, sul Pesaro, 16-8 e largo successo con bonus per il Vasari Arezzo, 38-12 sul Firenze’31: di fatto pieno rispetto del fattore campo. Questa la nuova classifica: Vasari Arezzo 18 p.; Union Tirreno Piombino 11; Pesaro 10; Livorno 8; Florentia 6; Firenze’31 5. Al termine della prima fase, le prime tre entreranno nella poule promozione, mentre le altre giocheranno la poule salvezza.

Riproduzione riservata ©