I Lions sorridono solo a metà. Ko pesante per Salviano

Mediagallery

SERIE C1

Un poker festeggiato senza grandi sorrisi. I Lions Amaranto Livorno inanellano la quarta vittoria di fila (la decima affermazione nelle ultime undici partite), ma sono contenti solo a metà. In casa con il Sesto Fiorentino, nel penultimo impegno della regular season della C1 toscana, i ragazzi allenati da Conflitto e Gragnani si sono imposti 15-6. Gli amaranto si assicurano 4 punti per la classifica, ma non riescono a condire il successo con il bonus relativo alle 4 mete. I Lions sono pertanto raggiunti sul terzo gradino della classifica dal Firenze’31 cadetto, che ha raccolto il massimo (5 punti) nella gara interna con il Valdisieve (32-14 il punteggio). Lo sprint per la terza piazza conclusiva (che garantisce l’accesso agli spareggi promozione, insieme alle prime due) si deciderà domenica prossima, quando i livornesi renderanno visita al Valdisieve, mentre i fiorentini giocheranno sul campo dell’Amatori Prato.
In caso di arrivo a pari merito, avrebbero la meglio gli amaranto, che hanno vinto i due scontri diretti e dunque vantano una miglior classifica avulsa.

I Lions, contro il Sesto, non sono riusciti a ripetersi sugli alti livelli di gioco espressi nelle precedenti partite. I fiorentini, con pieno merito, hanno ottenuto il punticino relativo al passivo finale inferiore alle 8 lunghezze. E dire che per gli amaranto la partenza è stata a tutta birra. Al 2′ l’estremo Tamberi apre le marcature con un piazzato (3-0). I locali insistono e al 7′ con il centro Mazzotta realizzano la prima meta dell’incontro (8-0). Poi, complici le uscite per infortunio del terza centro Bertini e dell’apertura Pacini, i Lions perdono di colpo il proprio brio. Il Sesto ne approfitta per rosicchiare il margine con due piazzati messi a segno in chiusura di tempo (a bersaglio l’estremo Lucarelli: 8-6 all’intervallo). Al 2′ della ripresa cartellino giallo per Tamberi (placcaggio in ritardo).

Momentaneamente in inferiorità numerica, i labronici trovano con il pilone Doja, su touche battuta a sorpresa sul primo uomo, la seconda meta della giornata. Da difficile posizione il giovane Magni (subentrato a Pacini) trasforma: 15-6 al 48′. I Lions, dal 52′ nuovamente in 15 in campo, provano ad insistere, per avvicinare l’obiettivo bonus, ma non trovano buone soluzioni. Non sempre lucide le giocate della mischia, poco continue le azioni dei trequarti. Il Sesto non demorde e negli ultimi minuti attacca a testa bassa. All’ultimo secondo di partita, ancora Lucarelli indirizza fra i pali dei padroni di casa il penalty del definitivo 15-9. Un punteggio che fotografa, anche nelle dimensioni, l’andamento del confronto. A Biagi e compagni, per cogliere il massimo, domenica prossima a Pontassieve e dunque meritarsi il biglietto di sola andata per i play-off, occorrerà una prestazione ben più brillante.

Lo schieramento che ha vinto (ma non convinto) con il Sesto: Tamberi; Oro (27′ st Bertuccelli), Mazzotta, Novi, Del Moro (19′ st Gaggini); Pacini (25′ pt Magni), Siviero; Bertini (16′ pt Del Re), Biagi (cap.), Montagnani; Sarno, Giugni; Doja (dal 5′ pt all’11’ pt Giusti), Valente M. (21′ st Ibraliu), Ciapparelli. A disp.: Masciullo.

Questa l’attuale situazione in graduatoria (fra parentesi le partite effettivamente disputate): Florentia (14) e Cus Siena (15) 58 p.; Lions Livorno (15) e Firenze’31 cadetto (15) 49; Amatori Prato (14) 29; Elba* (15) 21; Sesto F.** (15) 15; Valdisieve** (15) 12; Lucca** (15) 2. *Elba sconta 4 punti di penalizzazione. **Sesto, Valdisieve e Lucca scontano 8 punti di penalizzazione.

SERIE C2

Fatale, per i Lions Salviano Livorno, l’ultimo secondo di partita. La meta incassata ‘a fil di sirena’ cancella le speranze dei labronici di tornare al successo. Gli amaranto, in formazione laramente rimaneggiata hanno ceduto sul terreno del Massa 17-14. Il punticino ottenuto in virtù del passivo inferiore alle otto lunghezze è un brodino che non scalda e non sfama e soprattutto non è sufficiente per mantenere la terza piazza nella graduatoria della C2 toscana, girone ovest. Dopo tempo immemorabile i livornesi, che stanno pagando a caro prezzo in questo scorcio finale di stagione gravi assenze, sono fuori dal podio della classifica. I ragazzi di Bertolini e Cannavò sono quarti. E’ comunque una posizione di tutto rispetto per una squadra nata solo nella scorsa estate e che ha raccolto l’eredità del vecchio Carli Salviano (in C3 l’anno scorso). E’ però evidente che senza il calo accusato negli ultimi tempi, era possibile centrare traguardi più importanti.

A Massa sfida viaggiata costantemente sui binari dell’equilibrio, con vantaggi minimi dall’una e dall’altra sponda. Sono gli ospiti a sbloccare il punteggio con un piazzato dell’apertura Civita (0-3). Risposta dei locali: 3-3. Nuovo vantaggio labronico con la meta (non trasformata) dell’ala Contini: 3-8. Primo sorpasso dei massesi, con una meta trasformata: 10-8. I Lions Salviano trovano la forza di reagire e con due nuovi piazzati di Civita rimettono il muso avanti: 8-14. Gli amaranto, presentatisi con una panchina cortissima, con elementi per necessità fuori ruolo e con giocatori di mischia (Mantovani e Pulaha) in condizioni fisiche imperfette (i due sono rimasti sul terreno di gioco fino all’80’) accusano alla distanza la fatica ed il caldo. Nell’ultimissima azione a disposizione, i massesi non vanno (giustamente) con il piazzato, ma provano a sfondare. I locali riescono nell’intento e con la meta trasformata messa a segno in extremis festeggiano la sofferta vittoria (17-14). I Lions Salviano chiuderanno la (comunque positiva) stagione domenica prossima nel match interno con il Garfagnana.

Lo schieramento labronico sfortunato protagonista a Massa: Bassano; Contini, Shani, Cannavò, Miceli (1′ st La Russa); Civita, Rosellini; Caruso, Venturi, Mazzoli; Tonelli, Pulaha; Mantovani, Ferretti, Lorenzoni.

La classifica ad una giornata dalla fine: Union Tirreno cadetto 64 p.; Cus Pisa* 56; Fulgida Etruschi Livorno* 52; Lions Salviano Livorno 51; Bellaria Pontedera** 47; Massa** 39; Pistoia******* 34; Rufus San Vincenzo*** 6; Garfagnana**** -3; Valdinievole***** -6. *Cus Pisa e Fulgida scontano 4 punti di penalizzazione; **Bellaria e Massa e scontano 8 punti di penalizzazione; **Rufus sconta 12 punti di penalizzazione; ****Garfagnana sconta 12 punti di penalizzazione ed ha 1 partita in meno; ******Valdinievole sconta 8 punti di penalizzazione ed ha 2 partite in meno, *******Pistoia sconta 8 punti di penalizzazione ed ha 1 partita in meno.

Riproduzione riservata ©