Lions Livorno senza pietà. Demolita Città di Castello

Mediagallery

Con un colpo di spugna (ed otto mete), i Lions Amaranto Livorno cancellano le perplessità, le critiche e i dubbi emersi dopo le sconfitte rimediate con Terni e Firenze’31 cadetto e travolgono senza pietà il fanalino di coda Città di Castello. Il punteggio finale di 54-5 (con la marcatura della bandiera degli umbri giunta all’82’) è più eloquente di mille commenti. Gli amaranto hanno dominato in lungo e in largo ed hanno messo al sicuro già al 36′ della prima frazione il bonus aggiuntivo. Con i 5 agevoli punti raccolti (e pensare che all’andata, in terra tifernate i Lions avevano perso…), i ragazzi allenati dal terzetto Conflitto – Gragnani – Cannavò consolidano la quarta piazza ed avvicinano il podio (che dista solo 2 lunghezze). Al termine della regular season, le prime quattro accederanno ai play-off. La sensazione è che con le due squadre di testa ormai irraggiungibili, la lotta per le ultime due poltrone utili siano circoscritte a Cus Siena, Lions e Terni. Domenica prossima i labronici osserveranno un turno di riposo, mentre il Terni ospiterà proprio i senesi.  Lions dopo aver sbloccato il punteggio al 6′ con la meta dell’esperto estremo Ubaldi, allungano con la marcatura del terza ala Bertini (16′), del centro Tamberi (27′), con una meta tecnica assegnata dopo una mischia ordinata (36′) e, al 43′, con la realizzazione del terza centro (e capitano) Scardino. All’intervallo, sul 33-0, partita chiusa a tripla mandata, con il bonus già in ghiaccio. Nella ripresa entrano in campo tanti elementi giovani e giovanissimi. I Lions, pur rallentando i ritmi, prendono ulteriormente il largo con la seconda meta personale di Scardino (23′), con quella del mediano Calvetti (32′) e con una nuova marcatura di Bertini (35′). Sei, in tutto, le trasformazioni dell’apertura Magni, una di Calvetti. Al 75′, sul 54-0, i Lions toccano il massimo margine. A tempo scaduto, senza Magni (espulso temporaneamente), gli amaranto incassano la meta dell’ala avversaria Rossi. Finisce 54-5. La radiocronaca è andata in onda su www.radionuovanetwork.com: la stessa emittente web manderà in onda lunedì 15 alle 19,15 una lunga intervista ad Alessandro Gragnani, uno dei tre tecnici amaranto. La telecronaca della sfida con il Città di Castello sarà trasmessa lunedì 15 alle 22,30 su TC2Sport (canale digitale terrestre 272); replica martedì 16 alle 13 e alle 18 e poi nuovamente in replica nei giorni successivi.

Lo schieramento: Ubaldi (10′ st Uccetta); Gaggini, Tamberi (8′ st Del Moro), Santoni, Novi (8′ st Di Martino); Magni, Calvetti; Scardino, Montagnani, Bertini; Sarno (32′ pt Ciandri), Del Re (5′ st Pulaha); Lorenzoni (2′ st Isola), Valente M. (2′ st Bonuccelli), Umpetti. All.: Conflitto – Gragnani – Cannavò.

La classifica dopo la prima di ritorno del raggruppamento F di serie C: Firenze’31 cadetto 31 p.; Florentia 25; Cus Siena 19; Lions Livorno 17; Terni* 11; Gubbio** 5; Città di Castello 4. *Terni sconta 8 punti di penalizzazione; **Gubbio figura con una partita in meno. I

Riproduzione riservata ©