Lions beffati a Siena

Mediagallery

Ai Lions Amaranto Livorno non basta un primo tempo ricco di sostanza per espugnare il terreno della capolista Cus Siena. I labronici pagano a caro prezzo le difficoltà esibite nella ripresa e, complici le attuali pesanti assenze in prima e seconda linea, cedono 26-19. In classifica 5 punti per i locali (che hanno realizzato 4 mete) ed 1 per gli ospiti (che hanno perso con un margine inferiore alle otto lunghezze ed hanno siglato 3 mete). Il punticino ottenuto a Siena non è da disprezzare. In un campionato così corto (solo 12 le partite per ciascuna squadra), nel quale tutte quante stanno incontrando problemi in trasferta (in 4 giornate solo 2 le affermazioni esterne), muovere la classifica è comunque sempre importante. Al termine della regular season, le prime 4 accederanno ai play-off. I Lions, in attesa, domenica, di ospitare il Gubbio, occupano attualmente la quarta piazza.  Brillante l’avvio di gara dei livornesi. Al 3′, dopo un efficace attacco in velocità, a tutto campo, va in meta il pilone Filippi. I Lions appaiono ispirati e al 12′ allungano, ancora con una meta frutto di un brioso lavoro di tutta la squadra. Stavolta la marcatura (condita poi dalla trasformazione del terza centro e capitano Scardino) porta la firma del centro Novi. Al 18′, il Cus Siena, di forza, accorcia le distanze, con una meta trasformata (discutibile la decisione dell’arbitro di giudicare il calcio fra i pali): 7-12. I Lions riprendono a macinare gioco e idee. Ancora Novi (32′) finalizza un’irresistibile azione di tutta la squadra. Scardino arrotonda dalla piazzola e gli amaranto si riportano sul massimo margine di più 12 (7-19). All’ultimo secondo di recupero del primo tempo, meta del Cus Siena. All’intervallo labronici in vantaggio 12-19. Nella ripresa, i Lions perdono la propria sicurezza. I locali, con le proprie avanzate della mischia, mettono a nudo i problemi attuali degli amaranto. Al 7′ i senesi siglano la meta trasformata del 19-19. Al 21′ le due squadre rimangono momentaneamente in 14 (per i livornesi cartellino giallo per Novi). Al 33′ il Cus Siena mette definitivamente la freccia e con una meta trasformata fissa il risultato sul 26-19. Un dato: su 29 mischie ordinate fischiate nell’arco del match (16 con assegnazione agli ospiti), solo 1 volta i Lions hanno vinto la contesa.
Lo schieramento amaranto: Ubaldi; Di Martino, Gaggini (33′ st Santoni), Novi, Del Moro (9′ st Potenza); Mazzotta, Calvetti; Scardino (9′ st Uccetta), Tamberi, Bertini; Sarno, Ciandri; Filippi (31′ pr Lorenzoni), Bertuccelli, Valente M.. In panchina: Del Re, Pulcini, Pulaha. All.: Conflitto-Gragnani-Cannavò.

La graduatoria dopo le prime 4 giornate della serie C interregionale, girone F: Cus Siena 13 p.; Firenze’31 cadetto* 11; Florentia 10; Lions Amaranto Livorno* 7; Gubbio* 5; Città di Castello 4; Terni** 1. *Lions, Firenze’31 cadetto e Gubbio hanno già osservato il loro turno di riposo e figurano con una gara in meno; **Terni sconta 8 punti di penalizzazione ed ha già osservato il suo turno di riposo.

Riproduzione riservata ©