Il Livorno Rugby vuole puntare in alto

Mediagallery

Il Livorno Rugby ha fatto ufficialmente conoscere i dettagli e gli obiettivi della propria nuova stagione. La formazione biancoverde inizierà il proprio campionato di serie B domenica prossima (prima giornata sul campo dell’Union Tirreno Piombino). Sette giorni prima del debutto ufficiale, si è svolta, durante un riuscitissimo apericena la presentazione della squadra. La ‘cerimonia’ si è tenuta domenica 11 al locale ‘Sharing’ di via Mondolfi. Presenti all’evento i dirigenti, i tecnici e i giocatori della ‘storica’ società, nata nel lontano 1931. La volontà, in questa nuova annata, è quella di puntare in alto con una squadra composta in prevalenza da giovani e giovanissimi, tutti ‘prodotti’ del proprio floridissimo vivaio. Una stagione, quella ai nastri di partenza con il ‘derby della costa’, del tutto particolare, visto il massiccio rientro nello staff dirigenziale e tecnico di personaggi che negli ultimi tempi si erano – solo momentaneamente – allontanati dalla società. Significativo che il consiglio direttivo nelle ultime settimane si sia allargato e sia ora composto da nove persone, tutte quante con importanti esperienze nel mondo della palla ovale. Il consiglio è formato dal presidente Giovanni Riccetti e – in rigoroso ordine alfabetico – da Luca Battagello, Sergio Biagiotti, Riccardo Fabbrini, Stefano Gesi, Vittorio Gori, Daniele Larini, Francesco Paglini e Fabio Squarcini. Si respira un’aria fresca e nuova. I valori propri del Livorno Rugby trasmessi dal 1931 in poi dai vari Piero Sandonnini, Giuseppe Tonietti, Piero Delle Piane ed Ubaldo Scardigli sono passati, via via, alle generazioni successive. Il gioco del rugby, in questi ultimi decenni è cambiato in modo evidente, ma quelle solide radici e qui solidi valori (sostegno, rispetto, amicizia, determinazione) non vengono mai meno. Domenica, durante la ‘cerimonia’ di presentazione, gli interventi del presidente Giovanni Riccetti, dello ‘storico’ tecnico Franco Mazzantini (al suo rientro nel club nel quale aveva mosso i primi passi nel mondo ovale) e del direttore sportivo Alberto Pietra Caprina (colui che in prima persona si è attivato per coinvolgere nell’importante progetto tanti ex giocatori) sono stati a lungo applauditi. Gli ‘storici’ valori propri della palla ovale sono sempre attualissimi. Con questo spirito, le ‘mete’, nel corso della stagione, non mancheranno certamente…

Daniele Conflitto all

UNDER 18

Il Livorno Rugby under 18 paga le gravi assenze di ben tre elementi (Merani, Liguori e Pedemonte) reduci da nuovi prestigiosi impegni internazionali con la rappresentativa dell’Accademia regionale di Prato (i tre sono attualmente ai box per infortunio), fatica ad arginare l’aggressività (portata al limite del regolamento) dagli avversari e nella giornata di apertura del duro campionato d’èlite di categoria, in casa (sul sintetico del ‘Maneo’) contro il Cus Perugia è costretto ad alzare bandiera bianca. Gli umbri, sfruttando in primis il peso rilevante del proprio pacchetto, hanno tenuto più a lungo il possesso dell’ovale e si sono imposti 0-15. Una battuta d’arresto che non ‘rovina’ i piani dei labronici, fortemente intenzionati a lottare per il vertice del torneo. La gara di domenica prossima sul campo del Parma 1931 cade a puntino per rialzare subito la testa. I ragazzi di Daniele Conflitto, contro i solidi perugini, hanno lottato con caparbietà. Dopo aver chiuso il primo tempo in ritardo solo 0-3, i biancoverdi padroni di casa hanno incassato l’allungo degli ospiti, a bersaglio con due mete. In classifica quattro punti per i cussini umbri e nessuno per i livornesi. I mezzi (ed il carattere) per smaltire l’incidente di percorso e ripartire di slancio non mancano certamente. Il dato della presenza nell’Accademia di Prato di ben cinque giocatori biancoverdi (l’estremo Gianni Pedemonte, il mediano Andrea Chirici, il pilone Matteo Liguori, il terza ala Alberto Merani, il trequarti centro Diego Ianda ed il terza centro Emanuele Piras) testimonia la qualità della squadra livornese e più in generale testimonia la bontà del lavoro svolto con il proprio vivaio dallo ‘storico’ sodalizio labronico. La formazione biancoverde inizialmente in campo contro il Cus Perugia: Chirici, Romano, Imafidon, Pellini, Grassi, Canepa, Zannoni, Piras, Bitossi, Gragnani, Scrocco, Pardini, Marmugi, Menicucci, Campanile. Entrati anche De Libero, Sarperi, Patrone, Catarsi, Ianda, Fabbri e Andolfi.

UNDER 14

‘Doppietta’ delle due rappresentative under 14 del Livorno Rugby nel duplice confronto casalingo con le due squadre del Gispi Prato. Sul sintetico del ‘Maneo’, nel debutto stagionale fra le mura amiche, le formazioni biancoverdi hanno liquidato le compagini laniere. Il Livorno 1, composto da elementi del 2002, si è imposta 35-7 sui coetanei pratesi. Il Livorno 2, formato da giocatori del 2003, ha battuto i pari età del Gispi 21-17. Le due gare si sono giocate, sul campo ardenzino di via Settembrini, una dopo l’altra, nel corso del sabato pomeriggio. Questo lo schieramento del Livorno 1: Mannucci, Tattanelli, Ficarra, Angiolini, Lavorenti, Eliseo, Meini Tazio, Tomaselli (cap.), Ghelardi, Piram, Baldi, Tavella, Cristiglio; entrati anche Danti, Nannoni e Volpi. In meta Tavella (11′), Baldi (due volte, al 16′ e al 23′), Tomaselli (29′) e Cristiglio (39′). Tomaselli ha firmato cinque trasformazioni su cinque. Il Gispi ha accorciato con una meta trasformata nel finale (50′). Ottimo il primo tempo, con i labronici capaci di dominare la scena e siglare tre mete. Buona pure la ripresa: solo nel finale giungono i punti della bandiera degli ospiti. Biancoverdi abili sia in attacco che in difesa nel movimento di gioco; da migliorare sicuramente l’efficacia nei punti di incontro. Questo lo schieramento del Livorno 2: Quaglia, Schillaci, Novaro, Nicastro, Gragnani, De Rossi, Simi, Gesi (cap.), Marzana, Migli, Tori, Abanaritei, Orsini; entrati pure Scrocco, Meini Tommaso e Cadau. Mete di Tori (9′), Marzana (36′) ed Orsini (48′), tutte quante condite dalle trasformazioni di Gesi. Per il Gispi tre mete (12′, 23′ e 40′) ed una trasformazione. Partita giocata da ragazzi di primo anno nelle categoria. Le azioni sono risultate frammentarie nonostante la grande voglia di giocare e l’agonismo messo in campo. Alla fine del primo tempo Gispi in vantaggio 7-12, ma i livornesi nella ripresa, giocando con grande voglia di imporsi su tutti i palloni, segnano a fine partita la meta del sorpasso e della vittoria. Un successo sofferto, prezioso e meritato, giunto al termine di una sfida equilibrata ed emozionante.

RUGBY LIVORNO UNDER 10 2016

UNDER 10

E’ stato un vero successo il primo concentramento stagionale riservato a squadre under 10 della costa toscana. Le varie formazioni composte da giovanissimi elementi (classe 2006 e 2007) si sono simpaticamente sfidate, domenica mattina, sul sintetico del campo ‘Maneo’. A far gli onori di casa gli atleti del Livorno Rugby. I giocatori biancoverdi sono stati divisi in due rappresentative (la ‘bianca’ e la ‘verde’). Le due formazioni labroniche ‘locali’ hanno incontrato i pari età dei Lions Livorno, degli Etruschi Livorno ed una ‘mista’ composta da bambini del Bellaria Pontedera e dei Titani Viareggio. Di fatto le cinque formazioni hanno dato vita ad un girone all’italiana: tutte quante si sono affrontate l’un l’altra. I biancoverdi allenati da Gabriele Biagiotti, reduci dalla brillante partecipazione del torneo Compiani, svolto sette giorni prima a Prato, hanno dimostrato grande impegno, energia e capacità di gioco. Ecco tutti i risultati del concentramento perfettamente organizzato dal Livorno Rugby (ogni meta un punto): Livorno verde – Bellaria/Titani 7-1; Lions – Etruschi 3-5; Livorno bianco – Lions 5-3; Bellaria/Titani – Etruschi 1-7; Livorno bianco – Bellaria/Titani 6-3; Livorno verde – Etruschi 1-4; Livorno verde – Lions 4-2; Livorno bianco-Etruschi 3-2; Livorno bianco-Livorno verde 4-4; Lions – Bellaria/Titani 6-2. Ricapitolando, i ‘bianchi’ hanno chiuso al primo posto l’evento, con un ruolino di tre vittorie ed un pareggio, mentre i ‘verdi’ hanno ottenuto due successi, un pareggio ed una sconfitta. I giocatori del Livorno Rugby ‘profeti in patria’: Nicolas Aquilini, Nicola Bargigli, Saverio Bianchi, Mirko Centenaro, Diego Ceselli, Mattia Cioni, Alessandro Martini, Jacopo Piombanti, Davide Quercioli, Anna Romano, Nicola Simonetti, Leonardo Tosi, Nicola Bargagna, Giorgio Barsotti, Vittorio Borgiotti, Federico Cannone, Edoardo D’Ammando, Jacopo De Rossi, Bruno Santiago Fava, Giacomo Giusti, Leonardo Loi, Alessandro Orlandini, Guido Pozzi, Matteo Ricci.

rugby livorno under 8 2016

UNDER 8

Sei giorni dopo il buon debutto stagionale effettuato al torneo Compiani di Prato, l’under 8 del Livorno Rugby – la compagine formata dai giovanissimi nati nel 2008 e nel 2009, allenati da Michele Quartararo e Alessandro Borgiotti – ha disputato, sabato 10 a Cecina, il primo concentramento regionale della nuova annata. Rispetto alla prima uscita, i biancoverdi hanno evidenziato chiari miglioramenti. Sotto la pioggia battente, i ‘terribili bimbi labronici’  hanno ottenuto due vittorie ed una sconfitta. Al via dell’evento, agguerrite formazioni della costa: hanno partecipato, oltre ai biancoverdi, due squadre dell’Union Cecina, due squadre dei Lions Livorno, e, con una rappresentativa ciascuna, Etruria Piombino, Elba, Bellaria Pontedera. Il Livorno Rugby ha battuto i Lions Livorno ed il Cecina ed ha perso con il Piombino. La pioggia non ha rovinato il clima di festa tipico delle partite del rugby propaganda, né ha impedito ai biancoverdi di esprimere buone giocate. In questi concentramenti non esiste una vera classifica: l’importante è far crescere e divertire i giovanissimi rugbisti. Da questo punto di vista, a Cecina missione più che compiuta… I giocatori del Livorno Rugby protagonisti a Cecina: Diego Andreotti, Giorgio Criscuolo, Giulio Lenzi, Jonny Giorgi, Alessandro Quartararo, Enea Ferrini, Dario Soldati, Alberto Calcaterra, Aldo Romano.

Riproduzione riservata ©