I giovani leoncini ruggiscono contro l’Elba

Mediagallery

Nel giro di appena sette giorni, i Lions Amaranto Livorno under 14 hanno disputato due partite di campionato sul campo amico della via della Chiesa di Salviano. La squadra labronica allenata da Bertolini e Civita, ha mostrato buonissimi numeri sia nella prima domenica di dicembre, nella gara vinta 17-0 con l’Elba, sia nella partita persa – a testa altissima, 7-34 – nel sabato successivo con il Vasari Arezzo. I ‘Leoncini’ (nati negli anni 2002 e 2003) sono in costante crescita. In questa categoria particolarmente delicata ed impegnativa, nella quale sono inserite regole differenti rispetto ai concentramenti effettuati fra gli under 12 e dove si gioca praticamente tutte le settimane, gli amaranto stanno bruciando le tappe e stanno raggiungendo traguardi di indubbio spessore. Splendida la prova offerta con i ‘solidi’ coetanei dell’Elba. Pur dovendo fare a meno di capitan Del Rio e di altre tre pedine preziose (Porciello, Lo Coco e Luzzi), gli amaranto hanno messo in vetrina, contro gli isolani, qualità di primissimo piano. I Lions sono scesi in campo concentrati e motivati contro una squadra sul piano fisico più dotata. Padroni di casa agili e briosi in attacco e coriacei in difesa. Buone le azioni proposte dagli amaranto, capaci di realizzare tre mete (a bersaglio Pellegrini, Strazzullo e Lischi) ed una trasformazione (Chiarugi). I giocatori schierati nel vittorioso confronto con l’Elba: Lischi, Cappelli, Pioli, Chiarini, Brondi, Ficcanterri, Barsacchi, Marchi, Strazzullo, Dalla Valle, Chiarugi, Uccetta, Pellegrini, Sula Recchi, Bicchierai, Rondelli. Contro il Vasari, al cospetto di un’antagonista di spessore, sono rientrati Lo Coco e Porciello (assente però Pioli). La squadra labronica, anche contro gli aretini, indipendentemente dal passivo finale e dal numero di mete incassate (6), ha pienamente soddisfatto i tecnici. Livornesi caparbi e determinati. Non è un disonore perdere, lottando con grande determinazione, contro formazioni più quotate. Il doppio appuntamento casalingo con Elba e Vasari ha chiuso, per i Lions under 14, le fatiche agonistiche del 2015.

lIONS UNDER 12 2016

UNDER 12

I Lions Amaranto Livorno under 12 hanno alzato la propria asticella. Nella loro ultima uscita agonistica del 2015, i ‘leoncini’ (nati negli anni 2004 e 2005) diretti dagli allenatori-educatori Alessandro Brondi e Davide Mantovani si sono confrontati, a Sesto Fiorentino, con solide realtà della categoria. Gli amaranto non si stanno accontentando di giocare contro formazioni di seconda fascia. Per crescere ed ottenere buoni risultati anche negli impegni previsti nei primi mesi del 2016 (in programma nuovi concentramenti regionali e prestigiosi tornei primaverili a Parma, in Corsica e a Perugia), è opportuno affrontare squadre di buon livello. A Sesto, gli amaranto si sono espressi oltre ogni rosea previsione della vigilia. In rapida successione, i Lions hanno pareggiato 2-2 (ogni meta un punto) con il Firenze’31, hanno perso con il Livorno Rugby 1-3, hanno vinto con la Florentia 1-0 e ceduto con il Gispi Prato 1-4 e con i locali del Sesto 2-4. Ruotati dai due tecnici i 14 giocatori a disposizione. Tutti i giocatori utilizzati hanno mostrato un carattere d’acciaio. Se si toglie qualche ‘egoismo’ quasi a ridosso della linea di meta avversaria, ulteriori soddisfazioni negli appuntamenti del 2016 di cui sopra non mancheranno. Ecco, in rigoroso ordine alfabetico, l’elenco dei giovanissimi atleti amaranto utilizzati alle porte di Firenze: Nico Bernini, Thomas Chelli, Gabriele Del Pero, Giorgio Ferra, Jonathan Frassinelli, Lorenzo Giorgi, Cristiano Lunardi, Matteo Mazzi, Omar Ouhdif, Lorenzo Pannocchia, Niccolò Pieralli, Nico Quercioli, Giulio Tedeschi, Luca Zampini.

Riproduzione riservata ©